Ecco la nuova giunta. Per il De Caro bis rispunta Mariotti. Out Sinimberghi

Il segretario Pd locale entra in scena: avrà in mano l’urbanistica. Assente l’ex vicesindaco, confermato il resto della squadra. La prima cittadina: "Scuole e palasport le nostre priorità".

Ecco la nuova giunta. Per il De Caro bis rispunta Mariotti. Out Sinimberghi

Ecco la nuova giunta. Per il De Caro bis rispunta Mariotti. Out Sinimberghi

Squadra che vince non si cambia, o quasi. La vera novità della giunta De Caro bis, è l’entrata in scena del segretario Pd Andrea Mariotti al posto della grande assente Elena Sinimberghi, ex vicesindaco e assessore alla scuola, cultura e turismo che, impegnata tra famiglia e il lavoro da ingegnere nel settore dell’edilizia, non ha partecipato a questa tornata elettorale. Poche novità anche nelle deleghe se non per alcune competenze che sono state ridistribuite tra gli amministratori. "Non ho scelto gli assessori in base ai singoli voti presi da ognuno di loro – ha detto il sindaco De Caro – ma perché ho ritenuto corretto che i miei assessori che hanno lavorato con tanto impegno avessero la possibilità di proseguire e veder realizzati i progetti che hanno curato". Intanto Simona De Caro rinuncia al settore urbanistica che passa in mano al già navigato Andrea Mariotti che ha ritenuto "il migliore e più preparato in assoluto sull’argomento".

Il segretario del Pd di Monsummano infatti ha già 15 anni di assessorato alle spalle, di cui 5 nel secondo mandato dell’ex sindaco Giuliano Calvetti in cui gli era stato affidato lo sport e altri 10 anni all’urbanistica di cui 5 trascorsi con Simona De Caro quando era anch’ella assessore, nei due mandati di Rinaldo Vanni. A Mariotti, Simona De Caro, ha affidato anche gli affari generali e le società partecipate. Restano a Roberta D’Oto invece l’assessorato al sociale, all’emergenza abitativa, alle politiche per la casa e per la disabilità, le pari opportunità, il volontariato e i servizi demografici. Poche novità anche per la quota di Italia Viva rappresentata da Libero Roviezzo a cui rimane l’assessorato allo sport, l’impiantistica e l’ambiente a cui si aggiungono anche il Suap, commercio e polizia municipale. Rimane in giunta anche Arcangelo Crisci che mantiene il settore dei lavori pubblici, della protezione civile, mobilità, verde e decoro urbano mentre le deleghe di Elena Sinimberghi vengono spalmate tra il sindaco e Monica Marraccini, che prevedibilmente diventerà vice sindaco oltre a mantenere l’assessorato al bilancio, tributi, fondi europei, cultura, turismo, gemellaggi, informatizzazione e industria 5.0. Restano in capo al sindaco De Caro invece la pubblica istruzione e l’edilizia scolastica, progetti strategici e personale. "La nostra priorità per questo nuovo mandato – chiude il sindaco – è la creazione dell’asilo nido all’ex tribunale e poi a seguire, nei 5 anni, la nuova scuola Forti, la nuova scuola di Cintolese e entro fine anno il palazzetto per gli Shoemaker e il Campo Berti oltre ai lavori alla casa di via Morante per il cohousing".

Arianna Fisicaro