La coreografia dei tifosi della Lucchese (Umicini)
La coreografia dei tifosi della Lucchese (Umicini)

Forte dei Marmi (Lucca), 19 gennaio 2020 - C’è chi tra i tifosi rossoneri si è ritrovato allo stadio per formare una lunga carovana di auto e che invece ha deciso di mangiare un bello spaghetto allo scoglio, prima di raggiungere lo stadio Necchi Balloni di Forte dei Marmi. Alla fine sono stati oltre cinquecento i tifosi della Lucchese che hanno raggiunto lo stadio versiliese, per assistere al macht tra i ragazzi di mister Francesco Monaco e il Real Forte Querceta di Christian Amoroso. Alla fine della fase di riscaldamento Benassi e compagni sono andati sotto la parte di tribuna occupata dai supporters per ringraziarli, prima di entrare negli spogliatoi per la chiama dell’arbitro. Bella prima dell’inizio del match la coreografia realizzata dai ragazzi della curva con cartoncini rosso e neri a sventolare. Un bellissimo colpo d’occhio, che ha fatto venire la pelle d’oca ai presenti.

Un incitamento continuo con tamburi, bandiere sventolate al vento e tanti cori per sostenere la prpria squadra del cuore, anche quando sono andati sotto di un gol con il rigore trasformato da Di Paola, proprio davanti allo settore riservato ai tifosi giunti da Lucca. I tifosi hanno continuato a tifare e alla fine la gioia è esplosa al gol di Remorini al 38’, con i giocatori che sono andati a festeggiare sotto i propri supporters. Anche nel secondo tempo è continuato il tifo incessante con le sciarpe e le bandiere rossonere sempre verso il cielo. Ancora una volta i tifosi della Lucchese sono stati il dodicesimo uomo in campo, che hanno incitato fino alla fine i propri beniamini, dando ancora una volta un grande esempio di attaccamento alla maglia, nonostante la categoria. E questo i ragazzi di mister Francesco Monaco lo sanno e cecano sempre di dare delle belle soddisfazioni come hanno cercato di fare oggi. Alla fine è arrivato solo un pareggio, ma non importa, la strada per arrivare alla fine del campionato è ancora lunga. Lo sanno i tifosi, ma soprattutto lo sanno i giocatori, che ha fine partita sono andati a ringraziarlo davanti al loro settore a dimostrazione del legame, che si è instaurato e che domenica dopo domenica si insalda sempre di più. E domenica ci sarà n altro derby questa volta al Porta Elisa contro il Ghivi Borgo e l’augurio è quello di vedere une bella cornice di pubblico pronta a sostenere i rossoneri fino alla fine.