La prevenzione scende in strada. Gazebo, camper e medici. Sono i giorni del benessere

Ha preso il via la "Settimana" voluta dal Comune in collaborazione con le associazioni. Vivarelli Colonna: "Dobbiamo però tornare alle Asl provinciali, le Aree vaste non ci piacciono".

La prevenzione scende in strada. Gazebo, camper e medici. Sono i giorni del benessere

Il taglio del nastro ieri mattina in piazza Dante per l’inizio della «Settimana della salute» che andrà avanti fino a sabato

"Dobbiamo tornare alle Asl di provincia". Esordisce così il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna durante l’inaugurazione della Settimana della Salute in piazza Dante, organizzata dal Comune. Ha aperto così una giornata di primavera e di impegno quotidiano verso il prossimo con "Piazza della salute - l’impegno dei volontari". Dietro di sé, circa venti gazebo circondati da tantissimi cittadini e volontari. Informazioni, screening gratuiti, esami e la possibilità di conoscere realtà vicine, questo lo scenario di ieri intorno al monumento di Canapone.

"Non ci piacciono – ha detto il sindaco – queste aree vaste. Abbiamo notato negli anni che ci sono migliorie da portare e discrepanze da attutire. Durante il convegno di sabato porterò la voce dei miei cittadini laddove non è mai arrivata. Vogliamo migliorare la nostra sanità grossetana".

È bastata una camminata in piazza per percepire l’entusiasmo, la felicità e la voglia di aiutare. Tra chi si misurava la pressione, chi compilava i fogli necessari, chi scambiava due parole con i volontari della salute, ma anche del buonumore. "Faremo – afferma Roberto Martinelli vicepresidente de La Farfalla – la Scramber Therapy, una terapia per i dolori neuropatici. Siamo contenti, cerchiamo di trovare accordi con altre associazioni. Avrei voluto più giornate per farci conoscere meglio". "È una bella iniziativa – dice Marco Pennetta, della Croce rossa –. Ci auguriamo tanto afflusso. Faremo ecodoppler e il test della memoria con i medici. Queste iniziative devono essere fatte più spesso. Dimostriamo così ciò che facciamo tutti i giorni come volontari".

"Non sapevo di questa iniziativa – spiega Renzo Carlotti –, l’ho scoperto venendo a fare una passeggiata in centro. Ne ho approfittato subito. Sto compilando i moduli per fare l’ecodoppler, perché nel 2009 ho avuto un problema al cuore. Un’iniziativa da ripetere, è molto interessante". "Abbiamo fatto – dice il vicegovernatore della Misericordia Luca Andreucci – un calendario facendo rete con altre associazioni mettendo a disposizione il camper della salute. Speriamo possa ripetersi. È, anche un modo per aumentare il corpo dei volontari".

Un gazebo tutto al femminile, in rosa ovviamente. "È una giornata di festa – afferma Perla Conte di Insieme in Rosa – dedicata a tutte le associazioni. Ci faremo conoscere di più. Noi stiamo divulgando la prevenzione dei tumori e la ricerca. Mi auguro che sia ripetuta negli anni a venire. Una goccia che può scavare la roccia". "Noi aiutiamo – spiega Antonietta Dini di Movimento per la vita – mamme in difficoltà economica ma anche morale. Donne che non vogliono abortire. Finanziamo fino al primo anno di vita del bambino. Vogliamo sottolineare che fin dal primo momento di concepimento è vita". Il sole c’era, il buonumore anche, la primavera è proprio arrivata. Sarà una"primavera" anche per la sanità grossetana?

Maria Vittoria Gaviano