Fonti alternative. In Maremma è un’invasione

In Maremma, l'invasione di progetti di energie rinnovabili mette a rischio il paesaggio e le pratiche agricole, sollevando preoccupazioni tra i comitati locali e Coldiretti. La sfida è conciliare rispetto ambientale e tutela del territorio.

Rispetto dell’ambiente o tutela del territorio? Si perché, con l’invasione di progetti di energie rinnovabili in Maremma, le buone pratiche ambientali rischiano di scontrarsi con la tutela del paesaggio. A lanciare l’allarme, oltre ai comitati locali dei territori, dove dovrebbero sorgere pale eoliche o distese di pannelli fotovoltaici, è ora anche Coldiretti che parla di 58 progetti in provincia di Grosseto, ovvero quasi un progetto su due di quelli che potrebbero essere realizzati in tutta la Toscana. Per raggiungere l’indipendenza energetica, ricorda ancora Coldiretti, si rischia la dipendenza dall’estero degli approvigionamenti alimentari, togliendo la terra a coltivazioni e allevamenti. E se si tornasse alla vecchia saggezza contadina?