Camera di commercio Iniziative locali e green economy Contributi a fondo perduto

Un bando sostiene iniziative di valorizzazione delle tipicità del territorio e l’altro favorisce la transizione ecologica nel settore agroalimentare. Ecco le regole.

Camera di commercio  Iniziative locali e green economy  Contributi a fondo perduto
Camera di commercio Iniziative locali e green economy Contributi a fondo perduto

Due bandi della Camera di commercio per l’erogazione di contributi a fondo perduto: uno a sostegno delle iniziative locali, l’altro per la green economy.

Il primo sostiene iniziative di valorizzazione del territorio e delle sue tipicità (ambientali, enogastronomiche, sportive, culturali) e di sviluppo e promozione del turismo, realizzate nelle province di Livorno o Grosseto.

La domanda di partecipazione dovrà essere presentata almeno 30 giorni prima della data di apertura dell’evento. Il contributo massimo concesso dalla Camera di commercio sarà di 4.000 euro e non saranno accolte domande che presentino costi inferiori a 8.000 euro. Il termine per la presentazione delle domande è il 15 dicembre.

Il bando per la green economy, invece, sostiene l’implementazione di nuove attrezzature e soluzioni green e digitali, all’interno delle attività agricole e delle filiere agroalimentari tradizionali, contribuendo alla realizzazione della transizione ecologica.

I destinatari sono le micro, piccole e medie imprese agricole con codici ateco A01, coltivazioni agricole e produzione di prodotti animali e A02, silvicoltura ed utilizzo di aree forestali.

E’ prevista l’erogazione di un voucher a fondo perduto a copertura del 50% e fino ad un massimo di 3.000 euro delle spese ammissibili sostenute per investimenti in attrezzature per coltivazioni, allevamenti o per la conservazione, trasformazione, valorizzazione dei prodotti agricoli e agroalimentari.

Nel caso di investimenti effettuati da imprese agricole con produzione certificata DopIgp oppure che producono con il metodo biologico, il voucher sarà a copertura del 70% di tali spese, fino ad un massimo di € 4.000 euro. Il termine per la presentazione delle domande è il 30 novembre.