Quotidiano Nazionale logo
7 mag 2022

Scandicci, senti Burato "Vincere a tutti i costi"

A 180 minuti dal termine del campionato di serie D, lo Scandicci del presidente Fabio Rorandelli è pronto per questo finale di stagione decisamente molto caldo. Dopo aver messo in cascina un solo punto nelle ultime tre partite, ora bisogna cercare di chiudere definitivamente il discorso salvezza. Domani contro il fanalino Pro Livorno Sorgenti, la squadra di Rigucci dovrà serrare le fila e mostrare tutto il proprio valore per conquistare una vittoria importante per raggiungere quel traguardo necessario per conservare per il 15mo anno di fila il titolo sportivo in categoria. Compattezza, lucidità e grande determinazione, dovranno essere gli ingredienti necessari ai Blues per la sfida di domani al "Turri" per mettere le mani su i tre punti necessari per la matematica salvezza e, per congedarsi nel migliore dei modi dai propri tifosi.

"Guai a snobbare il fanalino Pro Livorno: questa sfida diventa davvero decisiva per evitare i play out, anche se resta l’ultima partita sul campo del Tiferno Lerchi". Sono parole del capitano dei Blues, Andrea Burato (nella foto), espresse alla vigilia di questa importante sfida salvezza. – Non c’è da girarci tanto intorno con altre parole: domani bisognerà preparare bene la gara per vincere a tutti i costi. Niente calcoli e previsioni, andare in campo e dare il massimo per arrivare al risultato che serve per la salvezza".

Alcuni scontri diretti possono facilitarvi compito in chiave salvezza?

"La partita clou è sicuramente Unipomezia-Sangiovannese ma anche Cascina-Montespaccato, mentre il Rieti rischia molto sul campo del Gavorrano. Risultati che possono essere utili. Ripeto: pensiamo ad affrontare bene questa ultima partita. Giocare contro le ultime della classe non è mai facile. Sono squadre che non avendo più nulla da perdere possono complicarti la vita. Domani, confidiamo molto anche sull’incitamento dei nostri tifosi che ci sono sempre stati vicini anche in trasferta, per trasmetterci il loro caloroso sostegno".

Giovanni Puleri

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?