Vendola: “Firenze è incompatibile con la destra”

Il presidente di Sinistra Italiana: “Il centrosinistra meritava di presentarsi unito”

Nichi Vendola

Nichi Vendola

Prato, 14 maggio 2024 - In vista delle comunali "Firenze mi pare sia incompatibile con la destra, per la sua storia, per la sua idea di civiltà, per il suo essere una delle grandi capitali della bellezza, dell'arte, della cultura. Mi pare incompatibile con questa destra sovranista, reazionaria, razzista. Mi aspetto che si confermi il grande cuore democratico di Firenze". Lo ha dichiarato il presidente di Sinistra Italiana Nichi Vendola, a margine di un evento elettorale a Prato. Sinistra Italiana a Firenze fa parte della coalizione di centrosinistra che appoggia Sara Funaro. In caso di ballottaggio e in riferimento a Italia Viva che presenta un suo candidato sindaco, la vicepresidente della Regione Stefania Saccardi, Vendola sottolinea che "non abbiamo posto veti", "non abbiamo la passione dell'esercizio sui veti, né quelli che pongono su di noi, né noi intendiamo porne sugli altri". "Certo - conclude - in una città come Firenze il centrosinistra meritava di presentarsi unito a questo appuntamento".

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro