Disfatta viola con la Roma (Fotocronache Germogli)
Disfatta viola con la Roma (Fotocronache Germogli)

Firenze, 20 dicembre 2019 - La Fiorentina perde nettamente contro una Roma superiore in tutto: fisicità, tecnica, possesso palla, gioco. I viola non gioocano nemmeno una gara disastrosa, anzi a sprazzi giocano bene soprattutto in avvio dei due tempi, ma il divario è netto. Adesso, dopo questo risultato la panchina di Vincenzo Montella è sempre più in bilico. I viola ci mettono la buona volontà, ma non basta. Chiesa e Ribéry non ci sono, Castrovilli è a corrente alternata, Dragowski è in serata nera. A salvarsi sono Vlahovic (in crescita) e Lirola, forse anche Badelj per il gol, purtroppo inutile.

Primo tempo - Fiorentina-Roma in avvio è una gara molto tattica, bloccata in una fase di studio, con leggero predominio giallorosso. Montella punta sulla coppia Vlahovic-Boateng per l'attacco, dovendo fare a meno di Chiesa e  Ribéry.

Al 9' Vlahovic alza di poco una bella punizione poco fuori area. I viola insistono e allì11' Vlahovic su assist di Pulgar manca l'aggancio per un soffio. Al 13' Vlahovic segna ma è chiaramente in fuori gioco. Poi al 18' un'improvvisa fiammata della Roma che va in gol con Dzeko su assist di Zaniolo al limite del fuorigioco. 

Al 21' Kolarov raddoppia su punizione e i viola sono sul punto di crollare. La Roma è padrona del centrocampo, mentre la Fiorentina è incapace di reagire e sbaglia molti, troppi passaggi. Il pubblico prova a fare sentiire il suo incitamento e al 33' Badelj accorcia dopo una mischia in area e una serie di rimpalli. Il gol rimette i viola in partita, ma fino al termine del primo tempo succede poco, a parte una bella azione personale di Castrovilli steso da Kolarov.

Sscondo tempo - Nella ripresa i viola ripartono  forte e al 9' Vlahovic fa una bella azione sulla sinistra, poi la palla al centro per Boateng viene intercettata per un soffio. Al 15' ottimo Castrovilli  che serve un assist delizioso a Pulgar, ma il portiere giallorosso anticipa il viola in uscita.

Al 19' azione pericolosa della Roma con un cross basso di Florenzi che nessuno devia. Montella toglie Boateng (che si arrabbia molto per il cambio), giocando la carta Pedro. I viola sembrano in partita, ci credono, ma al 27' arriva la doccia fredda: scambio Dzeko-Pellegrini, tiro angolato e Dragowski in netto ritardo. Qui i viola si afflosciano e a poco serve il doppio cambio di Montella che inserisce Eysseric e Sottil per Castrovilli e Lirola. Il francese ha la palla buona al 41', ma la deviazione è debole.

Al 43' in contropiede Zaniolo fa poker ancora con la coplicità di Dragowski. E' notte fonda per i viola. Nel finale, Vlahovic è sfortunato e colpisce la traversa su punizione. Finisce 4-1 per la Roma, la crisi dei viola non è finita e adesso la classifica fa paura.

 Il  tabellino

FIORENTINA (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Caceres; Lirola (37' st Sottil), Badelj, Pulgar, Castrovilli (37' st Eysseric), Dalbert; Vlahovic, Boateng (20' st Pedro). Allenatore: Montella

ROMA (4-2-3-1):  Pau Lopez; Florenzi, Smalling, Mancini, Kolarov; Diawara, Veretout; Zaniolo, Pellegrini (40' st Under), Perotti (30' st Michitaryan); Dzeko. Allenatore: Fonseca 

Arbitro: Orsato di Schio

Reti; 18' pt Dzeko, 20' pt Kolarov, 33' pt Badelj, 27' st Pellegrini, 43' st Zaniolo

Note: ammoniti Milenkovic, Pellegrini, Caceres, Diawara, Castrovilli