Firenze, 6 giugno 2019 - La Fiorentina passa a Rocco Commisso, la firma ufficiale è stata siglata questa mattina negli studi legali di Milano. Il magnate italo-americano è atterrato alle 15 a Firenze con un jet privato; a Peretola ha trovato ad attenderlo due van messi a disposizione dalla Fiorentina. Poi l'incontro privato con il sindaco Dario Nardella. Venerdì alle 17 stadio aperto per la presentazione al pubblico.

false

"Non me l'aspettavo". Rocco Commisso, nuovo proprietario della Fiorentina, ammette di essere rimasto sorpreso dall'accoglienza che gli è stata riservata a Firenze dai tifosi viola. Il neo patron non si sbilancia sul futuro dei dirigenti ("Antognoni? Non ci ho ancora parlato, spero resti") o dei calciatori ("Voglio fare di tutto per trattenere Chiesa") anche perché "il mio motto è: "Non fare promesse che non puoi mantenere". Il magnate italo-americano assicura poi tutti sul fatto di aver messo da parte le sue simpatie per la Juve: "Sono cresciuto con Charles, Sivori, Boniperti ma oggi sono fiorentino".

«Firenze è la città più bella del mondo: sono venuto qui nel 2006 quando l'Italia ha battuto la Francia, ero a Villa San Michele, è stata la più bella serata della mia vita». Queste le prime parole di Rocco Commisso, nuovo proprietario dell'Acf Fiorentina, appena sbarcato all'aeroporto di Firenze, parlando con i giornalisti e con un gruppetto di tifosi che lo ha accolto subito calorosamente, fra un «Grazie Rocco!», un «Thank you very much!», e un «Portaci in Europa!». Commisso ha subito indossato una sciarpa viola e ha ricambiato il calore dei fiorentini: «Non sono un padrone, sono un fan puro, amo il calcio italiano e in particolare la Fiorentina».

Le foto dell'arrivo a Firenze

false

LE PRIME PAROLE DA PROPRIETARIO - "Firenze è conosciuta in tutto il mondo come città che rappresenta il meglio della cultura italiana. Nel periodo della trattativa per acquisire il club ho maturato una profonda consapevolezza di quanto la Viola sia importante per questa città e per i suoi tifosi' ha dichiarato l'imprenditore. Vorrei ringraziare la famiglia Della Valle per aver gestito la Fiorentina negli ultimi 17 anni - continua Commisso - Diego e Andrea meritano grandi onori per aver salvato questa società dal dissesto finanziario. Lasciano delle fondamenta solide su cui costruire il club. Sono un fan del calcio italiano da sempre e non ci sono parole per descrivere quanto sia incredibilmente onorato di avere l’opportunità di contribuire a scrivere il prossimo capitolo della storia di un club leggendario come la Fiorentina”.

COMMISSO: CRAVATTA VIOLA E BATTUTE PER IL DEBUTTO DA PROPRIETARIO (CLICCA QUI)

I DELLA VALLE - "Tra le varie offerte ricevute - hanno commentato i fratelli Andrea e Diego Della Valle da 17 anni proprietari del club viola - abbiamo privilegiato non quella economicamente più vantaggiosa per noi, ma quella che riteniamo dia le maggiori garanzie di un solido e appassionato futuro alla società viola, considerando la conoscenza e la competenza che Rocco Commisso ha già nel mondo del calcio. Inizia una nuova avventura per la squadra Viola che ci auguriamo possa dare molte soddisfazioni a tutti, soprattutto ai tifosi perbene e alla città di Firenze a cui noi rimarremo sempre legati. Un grande “in bocca al lupo” a Rocco e a quanti lo seguiranno in questa avventura e un abbraccio forte con tanta riconoscenza a tutte le persone che hanno collaborato con noi in questi 17 anni e che hanno dato il loro meglio per la maglia Viola”.

IL NODO-CHIESA - "Farò tutto il possibile per trattenere Chiesa. Montella? Non l'ho ancora sentito, ho parlato solo con Cognigni e i Della Valle". Rocco Commisso prova a tranquillizzare i tifosi sul futuro dell'attaccante viola, ma spiega di dover parlare ancora con il tecnico. "Sono felicissimo - aggiunge Commisso - abbiamo fatto tutto in tre settimane, penso sia un record per il calcio italiano. È un buon affare? Sì, altrimenti non lo avrei fatto. Nuovo stadio? Non so ancora, sono in Italia per imparare".

LA TRATTATIVA - J.P. Morgan e Chiomenti, con hanno agito rispettivamente in qualità di advisor finanziari e legali per gli acquirenti; il team ultra high di Credit Suisse Italy e Bonelli Erede hanno agito rispettivamente in qualità di advisor finanziari e legali per i venditori.

LA SCHEDA - Commisso è un magnate italo-americano nato in Calabria (a Gioiosa di Matina Ionica) il 25 novembre 1949. Rocco B. Commisso emigra negli Stati Uniti, con la famiglia, all'età di 12 anni. Lavora nella pizzeria aperta dal padre e si paga gli studi. Grazie al talento come calciatore, ottierne una borsa di studio alla Columbia University dove si laurea in ingegneria industriale. Per le sue generose donazioni  il campo sportivo dell'università gli è stato intitolato. Da sempre appassionato di calcio, Commisso è il proprietario e presidente della squadra dei Cosmos di New  York, e nel 2018 ha cercato di acquistare il Milan, senza però riuscirci. Ha fondato Mediacom, una grande azienda di telecomunicazioni, fornitrice di Tv via cavo e secondo la rivista Forbes, il suo patrimonio sarebbe intorno ai 4,8 miliardi di dollari.

Il tweet della società:

 

IL PRESIDENTE DELLA LEGA SERIE A - Gaetano Micciché, presidente della Lega Serie A , dopo la cessione della Fiorentina a Commisso, ha voluto ringraziare la famiglia Della Valle per il lavoro svolto in questi anni: "Oggi è un giorno importante per una delle nostre Società. Voglio salutare con affetto e ringraziare i miei cari amici Diego e Andrea Della Valle. Il loro amore per la Fiorentina e per la città di Firenze ha permesso di salvare il club dal fallimento, garantendo la passione e la solidità economica necessarie per competere ad alto livello. La famiglia Della Valle merita il massimo riconoscimento per quanto fatto in questi 17 anni di proprieta'". Il presidente Miccichè si è inoltre complimentato con il nuovo proprietario del club viola: "Congratulazioni a Commisso per l'acquisto dell'ACF Fiorentina. Un caloroso benvenuto nel calcio italiano e un grande in bocca al lupo per la sua nuova avventura". 

L'INCONTRO CON IL SINDACO - Il nuovo patron della Fiorentina ha poi incontrato il sindaco Dario Nardella a Palazzo Vecchio. "Benvenuto a Palazzo Vecchio Mr. Commisso, grazie per l'entusiasmo e l'amore verso Firenze e la Fiorentina - ha scritto Nardella in tweet - .  Ringrazio i Della Valle per questi 17 anni. Ora inizia una nuova avventura!". Nardella ha postato anche un selfie e un breve messaggio vocale nel quale Commisso ha detto: "Grazie sindaco..", poi rivolgendosi in inglese ha aggiunto: "Spero di non deludere Firenze, la Fiorentina e chiunque mi ha dato fiducia".