Inps
Inps

Roma, 26 giugno 2021 – Da giovedì 1 luglio ed entro il 31 luglio 2021 è possibile inviare domanda per ricevere il reddito di emergenza relativo ai mesi di giugno, luglio, agosto e settembre di quest'anno. Ecco a chi e quanto spetta.

Cos'è il reddito di emergenza
E' una misura di sostegno destinata ai nuclei familiari in difficoltà economica che hanno Isee al di sotto dei 15mila euroi.

Quanto spetta
Alle famiglie che hanno i requisiti previsti dalla legge vengono riconosciuti dai 1.600 ai 3.200 euro. Sono previste maggiorazioni nel caso in cui un membro del nucleo familiare sia in condizioni di disabilità grave o di non autosufficienza.

I requisiti
Oltre a un Isee inferiore ai 15mila euro, per ottenere le quattro nuove mensilità del Rem, il reddito di emergenza, il richiedente deve essere residente in Italia, con un valore del reddito familiare, relativo al mese di aprile 2021, inferiore all’ammontare mensile del beneficio potenzialmente spettante. Per i nuclei familiari che risiedono in abitazione in locazione, la soglia è incrementata di un dodicesimo del valore annuo del canone di locazione. Il valore del patrimonio mobiliare familiare, con riferimento al 31 dicembre 2020, deve essere inferiore a una soglia di 10mila euro, che sale di altri 5mila euro per ogni componente successivo al primo e fino ad un massimo di 20mila euro. Il massimale è inoltre incrementato di 5mila euro in caso di presenza nel nucleo familiare di un componente in condizione di disabilità grave o di non autosufficienza.

Incompatibilità
Per ottenere il reddito di emergenza nessun membro del nucleo familiare deve essere titolare di pensione diretta o indiretta né deve percepire il reddito o la pensione di cittadinanza, a eccezione dell’assegno ordinario di invalidità e dei trattamenti di invalidità civile. Non possono presentare domanda i percettori di trattamenti economici legati all'emergenza Covid 19. Infine, nessun membro del nucleo familiare deve essere titolare di un rapporto di lavoro dipendente con retribuzione lorda mensile superiore alla soglia massima di reddito familiare, individuata in relazione alla componente del nucleo.

Come presentare domanda
I nuclei familiari, in possesso dei requisiti previsti, possono presentare la domanda attraverso i patronati o direttamente online sul sito dell'Inps, autenticandosi con Pin, Spid, carta nazionale dei servizi o carta di identità elettronica.