Firenze, 13 giugno 2018 - Un istruttore di scuola guida è stato sorpreso dai carabinieri mentre guidava parlando al cellulare. E non è tutto: di fronte a lui c'era un allievo, che si stava esercitando su uno scooter privo di copertura assicurativa. Non hanno creduto ai loro occhi i militari in motocicletta quando hanno fermato scooter e auto. Stavano effettuando un normale servizio di controllo alla circolazione.

L'uomo ha cercato di giustificarsi in qualche modo, dicendo che lo scooter gli era stato prestato da una terza persona. All'istruttore è stata contestata la violazione per l’uso del telefono durante la guida, mentre all’ignaro allievo, poiché inconsapevole trasgressore, la guida del motociclo senza la prevista copertura assicurativa. Il veicolo è stato sequestrato. Le violazioni saranno comunicate anche alla Motorizzazione Civile, per un eventuale provvedimento nei confronti della scuola guida.