Escono a cena, al ritorno trovano casa svaligiata

Banda di malviventi approfitta dell'assenza di una coppia di anziani a Fiesole per rubare contanti e gioielli. Furto simile segnalato a Mimmole. Intervengono i carabinieri.

Sono usciti per andare a cena fuori e al loro rientro soldi e oggetti di valore non c’erano più. È accaduto fra le 17 e le 21 di giovedì in via Sant’Andrea a Sveglia, alle Caldine, dove l’abitazione di una coppia di anziani è stata presa di mira da una banda di malviventi, che hanno approfitta dell’assenza dei proprietari per entrare in azione indisturbati. I proprietari erano usciti di casa a metà del pomeriggio e poi si erano fermati a cena dalla figlia, che abita poco lontano. Una comportamento inusuale, rispetto all’abitudine che vede la coppia solitamente in casa e che ha fatto ipotizzare che qualcuno li abbia controllati a distanza mentre un complice metteva in atto il furto. Secondo quanto ricostruito in sede di accertamento i ladri sono entrati da una finestra del salotto, che si apre sul giardinetto e che è stata forzata dopo che la serranda esterna era stata sollevata con un piede di porco. Da qui i malviventi, probabilmente più di uno, hanno raggiunto le camere da letto del secondo piano della villetta, che sono state messe a soqquadro e dalle quali sono spariti contanti e gioielli. Quindi i ladri si sono dati alla fuga dalla solita finestra da dove erano entrati, e dove si sono anche "premurati" di riabbassato la serranda, probabilmente per non destare sospetti nel vicinato. Sul posto sono intervenuti i carabinieri. Il furto non sarebbe un caso isolato. Un episodio analogo c’è stato in settimana a Mimmole.

D.G.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro