Beatrice Venezi, "sostengo le attrici inglesi che vogliono essere chiamate actor"