Addio al dottor Ugo Catola. Da vice direttore dell’Opg a politico: "Un uomo di grande generosità"

Aveva 75 anni: era nipote della poetessa Baroncelli e alla biblioteca di Cerreto ha donato volumi e manoscritti

Addio al dottor Ugo Catola. Da vice direttore dell’Opg a politico: "Un uomo di grande generosità"
Addio al dottor Ugo Catola. Da vice direttore dell’Opg a politico: "Un uomo di grande generosità"

Due comunità in lutto: quella di Cerreto Guidi e quella di Montelupo Fiorentino. Ma in generale, è tutto l’Empolese Valdelsa che piange la scomparsa di una figura importante. A settantacinque anni se ne è andato il dottor Ugo Catola. Viveva a Cerreto Guidi, ma la sua vita professionale è sempre stata legata a Montelupo, dove per molti anni è stato vice direttore dell’Ospedale psichiatrico giudiziario. Nel 2004 scelse anche di candidarsi a sindaco proprio a Montelupo con il centrodestra e ricoprì la carica di consigliere fino al 2009; nel 2019 il nome di Catola uscì anche come possibile candidato per il centrodestra sempre nell’Empolese, ma poi l’ipotesi tramontò. Federico Pavese, coordinatore di Fratelli d’Italia per l’Empolese Valdelsa lo ricorda con un commosso post: "Di Ugo mi rimane un ricordo di cinque anni in consiglio comunale fatto soprattutto di tematiche legate alla psichiatria ma ben poco legate al territorio, anche perché lui lavorava a Montelupo ma era un cerretese di nascita e d’orgoglio. Che riposi in pace".

Anche il sindaco di Montelupo, Paolo Masetti, ha espresso parole di cordoglio. "Condoglianze alla famiglia da parte mia e dell’amministrazione". Di lui si ricorda anche la bella e generosa donazione fatta alla biblioteca di Cerreto Guidi. Venuto in possesso del prezioso materiale della poetessa cerretese Maria Baroncelli nata a Firenze nel 1882, ma vissuta a Cerreto Guidi fino alla morte, nel 1970, il dottor Catole, che di Maria Baronchelli era il nipote, decise un anno fa di lasciare tutto il patrimonio alla biblioteca “Emma Perodi” di Cerreto Guidi, dove è tuttora conservato. Si tratta di otto volumi di poesie numerati progressivamente, manoscritti dalla poetessa e da lei riordinati; tre copie di una pubblicazione di alcune poesie dal titolo “Nel solco del pensiero” edite nel 1958 per Bemporad Marzocco; un quaderno manoscritto di un romanzo giovanile della poetessa, intitolato “Il trovatello”; un cd contenente l’opera omnia della poetessa. Ugo Catola lascia la moglie, due figli, dei nipoti e molti amici che lo stimavano. La salma si trova esposta alle sale del commiato all’ospedale di Empoli fino alle 13 di oggi, quindi sarà cremato a Trespiano.

i.p.