Siena, 13 ottobre 2021 - "Mi si è allargato il cuore, a me e a quanti lo aspettavano". Quasi si commuove Mauro Machetti, 76 anni, l’uomo che ha visto all’improvviso spuntare nel suo orto un bambino di sei anni che in quel momento veniva cercato da tutto il quartiere di Ravacciano. Dalla Polizia municipale, prima ad accorrere con una pattuglia, poi anche da carabinieri e Volanti. Dalla gente del luogo che è una sorta di grande famiglia capace, attraverso una chat ed il tam tam di palazzo in palazzo, di mettere in campo molte persone.

Mauro Machetti con un'agente della Municipale

Tanti sono usciti dalle case per cercare quel piccolo, molto vivace, che si era allontanato. Un istante e con l’argento vivo di chi ama giocaree scoprire il mondo, è svanito nel nulla. Veloce come una lepre. Sono state fatte battute a salire, nelle vie traverse. Cinquanta minuti di angoscia. Ma quando già si pensava di far intervenire un elicottero per le ricerche, ecco il miracolo.

A raccontarlo è Machetti. "Era venuta dove ho l’orto un’auto bianca, girava. ’Questa che ci fa’, mi sono detto. Poco dopo è arrivata un’altra signora con una Golf e mi ha chiesto ’mica ha per caso visto un bambino?’. Quindi ancora un’altra persona in bicicletta a domandarmi le medesime cose. Ma io quel bambino non l’avevo visto. L’ho detto anche al vigile urbano che è venuto. Ho ripreso a lavorare e ad un certo punto me lo sono visto dietro, senza capire da dove era sbucato. Mi sono rallegrato, lo volevo trattenere però era vivace e non ce la facevo. Allora l’ho portato dalle galline, gli ho dato un uovo in mano ma l’ha gettato via. Però è andato tutto a buon fine, questa la cosa importante", spiega Machetti. Chissà cosa avrà pensato quel bambino quando ha visto tutti i lampeggianti delle auto delle forze dell’ordine, riabbracciando il suo papà.