Firenze, 4 marzo 2018 - E' morto Davide Astori, capitano della Fiorentina. La giornata di serie A è stata interamente rinviata. Non si gioca in nessun campo. Troppo lo choc per tutti i calciatori, i tifosi e gli addetti ai lavori italiani.

Il giocatore è morto nel sonno per cause ancora da accertare ed è stato trovato nel suo letto nel ritiro della Fiorentina a Udine. Il team viola doveva giocare con la squadra friulana domenica 4 marzo alle 15.

Dunque non si gioca sui campi, con le squadre che tornano mestamente a casa. L'opinione pubblica è sconvolta per una morte che è un fulmine a ciel sereno. Astori stava bene, aveva superato le ultime visite mediche che per prassi fanno gli atleti professionisti. 

L'ingresso dell'hotel Là di Moret di Udine è chiuso con un nastro bianco e rosso e all'interno ci sono numerosi uomini delle forze dell'ordine, Carabinieri e Polizia. Alcuni loro mezzi sono parcheggiati, invece, davanti allo stesso albergo.

Nei pressi staziona una grande folla di giornalisti e teleoperatori e un gruppo di tifosi della Fiorentina che, diretti allo stadio, hanno appreso della notizia della morte del giocatore proprio passando davanti all'albergo dove è ospitata la squadra. Intorno alle 12.40 ha lasciato l'albergo un carro funebre giunto poco prima, probabilmente con all'interno la salma.