Il Presidente Domenico Giani in visita a Lampedusa
Il Presidente Domenico Giani in visita a Lampedusa

Firenze, 1 ottobre 2021 - Mettersi a disposizione dei più fragili, collaborare con le istituzioni e le autorità politiche e del territorio tutto. Questo l'obiettivo e l'anima più profonda del tour, nei giorni scorsi, del presidente della Conferedazione Nazionale delle Misericordie Domenico Giani in Calabria, Sicilia, Lampedusa e Pantelleria

A Lampedusa, isola simbolo dell'accoglienza, Domenico Giani, ha trascorso la giornata mondiale del migrante e del rifugiato. Una giornata carica di significato per ricordare chi non ce l’ha fatta mentre cercava una nuova vita in un mondo migliore. Il presidente Giani ha infatti visitato il molo Favarolo, punto di attracco per le motovedette 'Sar' che soccorrono i migranti in mare, per poi portare la propria preghiera al cimitero di Lampedusa dove sono sepolti coloro che affrontando il Mediterrano non ce l’hanno fatta.

Attraversando simbolicamente la porta d’Europa, imponente monumento alla memoria con i suoi cinque metri di altezza, realizzato in ceramica refrattaria e ferro zincato, il Presidente Domenico Giani ha voluto lanciare un messaggio del suo forte impegno solidale che con spirito di servizio lo ha portato su un lembo di terra simbolo della storia di migliaia di persone che affrontano avversità di ogni genere per raggiungere l’Europa alla ricerca di un destino migliore. Persone che hanno un volto e una storia. Giani ne ha incrociato negli sguardi all’hotspot dell’isola che accoglie, i bambini, le donne, gli uomini sopravvissuti nel disperato viaggio in mare.

Lampedusa vive della solidarietà delle Misericordie che cercano ogni giorno di confrontarsi con le necessità dell’isola, necessità non solo legate all’emergenza migrazione, ma anche ai bisogni d’integrazione e di solidarietà del territorio. “Riconfermiamo - ha detto il presidente Giani - la nostra presenza sul territorio a supporto di ogni attività, soprattutto nei territori di confine come Lampedusa e Pantelleria dove continuano gli sbarchi dei migranti alla ricerca di un futuro migliore. In molti dei luoghi che ho visitato ho visto le nostre Sorelle ed i nostri Fratelli lavorare ed impegnarsi per aiutare la Persona in ogni sua necessità, carisma particolare del nostro Movimento”.

Non a caso la giornata del migrante Domenico Giani ha voluto viverla proprio prima a Lampedusa e poi a Pantelleria, isole simbolo del servizio alla persona che chiede di essere ascolta, accompagnata e accolta. Non solo però Lampedusa, nei giorni precedenti, il Presidente Giani fatto tappa in Calabria dove ha incontrato l’arcivescovo di Cosenza, Mons. Francesco Nolè e inaugurare a Reggio Calabria l’Emporio solidale. Una missione nel sud del Paese per ascoltare, dialogare e incoraggiare l’operato dei volontari che fanno vivere ogni giorno con il loro impegno le Misericordie.