Firenze, 12 marzo 2018 - La pioggia caduta abbondante sulla Toscana nelle ultime ore ha fatto registrare livelli importanti in diversi corsi d'acqua del reticolo primario. Del resto l'allerta meteo era stata diramata con largo anticipo dal Centro funzionale della Regione. A contribuire al rigonfiamento dei fiumi anche la neve che si scioglie in montagna e alimenta i corsi d'acqua a valle. Fiumi che poi ricevono con più lentezza gli affluenti, facendo preoccupare anche il reticolo secondario.

Partiamo dal fiume principe della Toscana. l'Arno. A Pisa (Sostegno) è cresciuto di due metri in meno di 24 ore alle 16 di lunedì pomeriggio era a quasi tre metri e mezzo (la prima soglia di allerta è fissata a 4 metri, la seconda a 4,60). A Pontedera un balzo impressionante: domenica pomeriggio era poco più di un metro, dopo 24 ore era salito a 4,2 metri (ma in discesa) laddove la prima soglia è fissata a 5 metri. Una curiosità: il livello più alto è stato toccato dall'Era alla stazione di Belvedere con 5,93 metri alle 16 di lunedì. 

Montelupo-Lastra a Signa (Firenze) stamani alle 8 l'Arno era a 5 metri con la soglia di prima allerta a 5,7, poi è sceso sui 4,5 metri. A Ponte a Signa ha toccato in mattinata i 4,8 metri, circa 50 centimetri sotto la prima soglia di allerta.

Continuando a risalire il fiume, a Firenze (Uffizi) stamani all'alba l'Arno era a 2,70 (prima soglia di allerta 3 metri, seconda a 6,5) poi è sceso per risalire nel primo pomeriggio a 2,5. Prima allerta abbondantemente superata alla Nave di Rosano (a valle della Sieve) dove la soglia è 4 metri e stamani alle 8 il fiume aveva superato i cinque, ma ancora molto sotto i 7,8 metri che costituiscono la seconda soglia.

Sempre alla Nave di Rosano, ma a monte della Sieve, l'Arno stamani era a 3,5 metri, circa 50 cm sotto la prima soglia. A Incisa l'Arno è rimasto sotto la prima soglia (che è fissata 4,6 metri) ma nella notte è salito di un metro e ottanta. 

Montevarchi nel corso della notte l'Arno è salito a 3,5 metri, un metro sotto il primo livello di allerta; infine a Subbiano la prima soglia di allerta è stata raggiunta alla mezzanotte fra domenica e lunedì, poi il livello è calato.

Primo livello di allerta di 2,5 metri ampiamente superato dalla Sieve a Dicomano (Firenze) dove intorno a mezzanotte il fiume ha raggiunto i 2 metri e novanta.

Altina la Pesa a Montelupo (2,2 metri) ma ancora 30 cm sotto il primno livello, comunque in discesa.

Uno dei torrenti osservati speciali era l'Ombrone a Poggio a Caiano (Prato) dove il primo livello di 4 metri è stato superato domenica intorno alle 22 con il torrente a 5 metri, poi in discesa .

Infine l'Elsa a castelfiorentino dove la prima soglia di 2 metri è stata superata stanotte intorno alle 4 con un livello di 2,6 metri.