Guardia di Finanza
Guardia di Finanza

Siena, 19 settembre 2021 - Centro storico. Le macchine delle forze dell’ordine, venerdì sera, ferme vicino ad un locale molto frequentato dai giovanissimi. E più volte salito alla ribalta della cronaca per qualche intemperanza dei clienti. La presenza delle pattuglie, un paio e sono entrambe delle Fiamme gialle, accende la curiosità di chi si è concesso una passeggiata in città per godersi le ultime serate calde. Non ci sono soltanto gli uomini in divisa ma anche due validi ’aiuti’ nella ricerca di stupefacenti. Cani appositamente addestrati per fiutare la presenza di droga. Tanto il problema è sempre quello, il piccolo spaccio. O magari anche solo l’uso personale, per carità. Fra gli adolescenti lo stupefacente gira, anche la cocaina. E la città non si può tappare gli occhi di fronte a questo problema, che fa il paio con quello degli eccessi alcolici.

Iniziano i rumors: un’ispezione? Chi hanno preso di mira? Altri si arrabbiano: ’Non si può più fare niente per divertirsi’. I finanzieri controllano. Incuranti del fatto che la loro presenza ha disturbato i ritmi del venerdì sera. L’attività, si scoprirà più tardi, rientra nelle verifiche a tutela della legalità e dell’economia, della salvaguardia della collettività, specie in un periodo di particolare difficoltà dovuta all’emergenza epidemiologica. "Nell’attuale contesto pandemico, segnato da un graduale allentamento delle restrizioni e dal crescente afflusso nella provincia senese di turisti, si sono intensificati i controlli antidroga, anche mediante l’ausilio delle unità cinofile del Corpo, soprattutto nei luoghi di maggiore aggregazione giovanile particolarmente esposti a tali fenomenologie illecite, oltre che presso le principali arterie stradali di accesso alla città e le aree destinate a snodo dei trasporti urbani ed extraurbani tra le quali stazioni ferroviarie e capolinea degli autobus", spiegava qualche giorno la Finanza, guidata dal comandante Giuseppe Marra, dopo aver trovato un giovanissimo a Torrita con lo stupefacente, segnalandolo al prefetto.

I cani sono di grande aiuto nella ’caccia’ alla droga. Tanto è vero che venerdì sera sono sette, a fine serata, i giovanissimi che finiscono segnalati alla prefettura per aver violato l’articolo 75 del Dpr 309/1990 e contestualmente la sostanza rinvenuta viene sottoposta a sequestro amministrativo. Una trentina di grammi, sembra. Tutti e sette sono senesi. L’ottavo che viene scoperto dalle fiamme gialle con la droga, sempre per uso proprio, è invece extra moenia.

Questo il bilancio di un’operazione che potrebbe essere replicato. E che conferma l’esistenza di un fenomeno, quello dell’uso di droga, che sovente avviene sotto gli occhi di tutti. Unitamente a quello dell’alcol. Se può accadere che qualcuno, dalle scalette che portano al posteggio Il Campo, possa lanciare una bottiglia di vetro per divertimento incurante di chi passi lì sotto, com’è successo a chi scrive (senza conseguenze) giorni fa.