Il sindaco Dario Nardella
Il sindaco Dario Nardella

Firenze 23 novembre 2020 -  "La tendenza del contagio è leggermente migliorata", perché "le restrizioni cominciano a produrre risultati, la curva dei ricoveri è abbastanza positiva", ma "non dobbiamo e non possiamo abbassare la guardia". Lo ha affermato Dario Nardella, sindaco di Firenze, in una diretta Facebook. "Non siamo usciti dall'emergenza vera e propria - ha spiegato - ma si comincia a vedere qualche timido dato positivo. Il virus circola ancora ma l'Rt è sceso poco sotto l'1,5".

Dal punto di vista degli ospedali fiorentini, ha detto il sindaco, "a Santa Maria Nuova e Torregalli sono in procinto di riaprire settori non Covid. Nell'insieme il sistema sanitario risponde, a fatica, ma senza cedere. Inoltre il tracciamento della Regione Toscana supera il 90%, e ciò ci permette di dare risposte alla gestione dell'epidemia. La situazione però è sempre di grande preoccupazione ed attenzione".

Quindi, ha proseguito Nardella, "non facciamo a Natale gli errori che abbiamo fatto questa estate, tutti noi abbiamo sottovalutato quello che poi è successo", e per questo il sindaco ha difeso l'ordinanza per il solo asporto ai bar, con una distanza minima di 50 metri per la consumazione: "Abbiamo centinaia di morti a Firenze, ed è stato scritto addirittura che io con l'ordinanza ho voluto cancellare il rito italiano del caffè...".