Christin Kamden Tadjuidje
Christin Kamden Tadjuidje

Firenze, 24 marzo 2020 - L’Azienda regionale per il diritto allo studio Universitario esprime il suo  cordoglio per la scomparsa dello studente Christin Kandem Tadjuidje, deceduto ieri, 233 marzo, all’ospedale di Cisanello a Pisa a causa di una polmonite provocata dal coronavirus.

"Christin era molto noto e attivo soprattutto all’interno della comunità degli studenti camerunensi che ne hanno sottolineato le sue qualità di ragazzo generoso, studioso e volitivo _si legge in una nota_  Molte di queste amicizie le aveva strette durante il periodo di permanenza nella residenza universitaria Campus Praticelli nel comune di San Giuliano Terme - struttura gestita in concessione da società privata, nella quale lo studente ha alloggiato sino al febbraio 2019, per poi, tramite il concorso di mobilità interna del DSU Toscana, trasferirsi presso la casa dello studente Mariscoglio dell’Azienda per il diritto allo studio, in via Venezia Giulia, dove ha alloggiato fino a settembre 2019. Dall’inizio di ottobre dell’anno scorso lo studente aveva definitivamente lasciato la struttura in quanto non più borsista e assegnatario di alloggio perché giunto a conclusione del proprio percorso di studio che lo avrebbe portato a breve conseguire la tanto attesa laurea triennale in Agraria. Il giovane universitario aveva interrotto da tempo anche la frequentazione della mensa universitaria; dai dati reperiti sui sistemi informatici, risulta infatti che avesse diminuito nel tempo i passaggi nei punti ristorazione DSU e l'ultima registrazione risale al 4 marzo. L'Azienda ha quindi appreso da rappresentati della comunità che difficoltà respiratorie lo hanno costretto ad un ricovero urgente dal quale, purtroppo, non ha più fatto ritorno. Grande sconforto nell’apprendere la prematura fine di una giovane vita che al pari di tanti altri studenti che hanno fruito o fruiscono dei benefici del DSU Toscana, stava giungendo brillantemente al termine della carriera formativa".