Quotidiano Nazionale logo
8 mag 2022

Testini: "Forza ragazze, prendiamoci la B"

Parla il tecnico dell’Acf Arezzo alla vigilia di quella che potrebbe essere la gara decisiva per la promozione. "Ma occhio al Genoa"

L’attaccante amaranto Costanza Razzolini
L’attaccante amaranto Costanza Razzolini
L’attaccante amaranto Costanza Razzolini

di Luca Amorosi

AREZZO

L’appuntamento con la storia per l’Acf Arezzo è oggi alle 15 allo stadio Comunale. In caso di vittoria, i tappi di spumante sono pronti a saltare perché sarebbe primo posto matematico nel girone A di serie C con quattro giornate di anticipo e conseguente promozione in serie B, il secondo livello del calcio femminile italiano. La settimana tra la vittoria di misura a Narni contro la Ternana e la sfida odierna è stata quindi più emozionante e sentita delle altre e non poteva essere altrimenti: "Alle ragazze ho detto che per giocare certe partite non conta solo stare bene atleticamente e fare bene tatticamente e tecnicamente, ma serve avere il giusto equilibrio tra adrenalina e tensione, che non deve trasformarsi in paura di sbagliare. Questo vale che sia calcio maschile o femminile e a prescindere dalla categoria", ha affermato il tecnico delle amaranto Emiliano Testini, che poi si è detto fiducioso come sempre: "Abbiamo fatto il nostro consueto lavoro sul campo e le ragazze si sono allenate bene: qualcuna non è al massimo delle condizioni ma non è una novità e nemmeno un problema perché abbiamo una rosa ampia e di qualità. Sarà importante capire i momenti della partita e saperli gestire".

L’avversario di turno è proprio la più immediata inseguitrice delle amaranto, vale a dire il Genoa Women. Immediata per modo di dire, visto che i punti di distacco a cinque turni dal termine sono ben dodici, ma le liguri, complici gli ottimi risultati delle ultime settimane, hanno scalzato dal secondo posto il Pinerolo, che era stata per mesi l’antagonista principale del Cavallino.

E verranno ad Arezzo per riaprire il campionato. Queste le considerazioni del tecnico amaranto sulle rossoblù: "Ho sempre considerato il Genoa una squadra forte, attrezzata e in grado di far male a chiunque, anche in tempi non sospetti. Ha un organico importante con tante calciatrici giovani che fanno dell’entusiasmo e della spensieratezza un punto di forza. Inoltre, gioca un grande calcio, senza mai buttare via la palla. È una squadra molto difficile da affrontare, ma anche noi cerchiamo sempre di giocare un calcio di qualità, per cui mi aspetto una bella partita a livello tecnico".

La formazione titolare dell’Acf Arezzo dovrebbe ricalcare grosso modo quella delle ultime settimane, ma Testini non ha ancora sciolto gli ultimi dubbi: "Mi sto prendendo tutto il tempo per fare le dovute valutazioni. Non è il caso di fare stravolgimenti e l’assetto tattico rimarrà lo stesso, ma considerata la posta in palio mi prendo tutto il tempo necessario e qualche scelta potrei farla anche a ridosso della partita, cercando di capire il momento e lo stato d’animo delle ragazze". La differenza in positivo potrebbe farla anche il fattore campo, non solo inteso come rettangolo di gioco ma anche come pubblico: "Mi auguro che Arezzo risponda presente venendo allo stadio, come ha sempre fatto nella storia con chi si è meritato sostegno. E vi posso assicurare che queste ragazze meritano davvero di essere applaudite, tifate, seguite e ricompensate per l’impegno e i sacrifici durante tutta questa stagione".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?