Quotidiano Nazionale logo
4 mag 2022

Giovannini sarà il nuovo dg L’Arezzo ha l’intesa in tasca

Il dirigente ha chiesto la rescissione del contratto al Pontedera ma ancora non l’ha ottenuta. Entro le prossime 24-48 è attesa la firma

arezzo
Sport
Guglielmo Manzo, presidente dell’Arezzo che sta preparando lo staff dirigenziale per la prossima stagione
Guglielmo Manzo, presidente dell’Arezzo che sta preparando lo staff dirigenziale per la prossima stagione
Guglielmo Manzo, presidente dell’Arezzo che sta preparando lo staff dirigenziale per la prossima stagione

di Andrea Lorentini

Paolo Giovannini ha dunque chiesto la rescissione del contratto al Pontedera, ma non l’ha ancora ottenuta. L’intesa di massima con l’Arezzo di fatto c’è già, ma senza il via libera da parte della società granata non può essere messa nero su bianco.

Il club amaranto attende fiducioso la chiusura della trattativa. Da quanto trapela potrebbero servire ancora 24-48 ore per la risoluzione del contratto che lo lega fino al 2024 ai pisani.

Intanto vanno delineandosi anche i contorni dell’accordo. Giovannini andrebbe ad assumere il ruolo di direttore generale con deleghe più ampie di quelle di semplice direttore sportivo mantenendo, di fatto, le mansioni che già svolgeva a Pontedera. Chi sta seguendo con interesse l’evolversi della situazione in questa fase delicata in prospettiva della costruzione della nuova stagione, è Orgoglio Amaranto, socio di minoranza. Nei giorni scorsi c’è stato il passaggio di consegne al vertice del comitato di azionariato popolare con Daniele Farsetti che ha assunto la carica di presente al posto del dimissionario Stefano Farsetti. "Ho assunto la carica di presidente con spirito di servizio causa l’impossibilità di Stefano a proseguire – afferma Farsetti – Lo ringrazio pubblicamente per il modo in cui ha guidato il comitato in questi anni. Rimane comunque all’interno del direttivo come una presenza fondamentale".

Con Manzo i rapporti si sono rasserenati dopo un periodo di tensione. "Probabilmente quel momento di forte contrapposizione è servito per dare una sferzata. L’aumento di capitale e la riorganizzazione dell’area tecnica sono elementi essenziali per dare un futuro stabile e, ci auguriamo, vincente all’Arezzo, ma c’è anche un terzo aspetto dal quale non si può prescindere e sul quale vigileremo che è la riorganizzazione del settore giovanile". Per OA la priorità resta un calcio sostenibile.

"Senza entrare nel merito dei nomi che circolano che non ci compete, ma in questo senso il profilo che sta emergendo nella scelta del nuovo direttore sportivo o generale che sia va in questa direzione. Serve un dirigente che abbia esperienza, che conosca il campionato e sappia valorizzare i giovani, sempre con un occhio al bilancio. I conti in regola devono essere la base di partenza".

NOTIZIARIO – La squadra ha ripreso la preparazione in vista della trasferta di domenica prossima in casa del Lornano Badesse. Sospiro di sollievo per Mattia Persano. Per l’attaccante, uscito anzitempo contro il Cannara, si tratta di un semplice affaticamento con contrattura. Lo staff medico ha, infatti, escluso lesioni muscolari. Una buona notizia per Mariotti che in terra senese dovrà fare i conti con l’assenza per squalifica dell’olandese Van Der Velden. Il difensore olandese, era diffidato ed ha rimediato un giallo pesante.

Al suo posto toccherà nuovamente a Frosali che ha, invece, scontato il proprio turno di stop al pari di Elio Calderini.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?