Torre del Lago, 16 luglio 2017 - Difficilmente esce di casa. «Alla mia età dove devo andare?», risponde a chi la interrompe mentre risolve i suoi cruciverba sul divano. Stasera però Lisena Belluomini farà un’eccezione, e uscirà a cena con la sua famiglia, una gran bella famiglia al femminile, per festeggiare il novantasettesimo compleanno al ristorante ‘La Selva’. Nella sua Torre del Lago, con gli affetti più cari.

Non sarà la sola a spegnere le candeline, lo farà insieme ad Annalisa Malfatti, la sua prima nipote, e alla piccola Siria Dal Pino, la prima bisnipote. Centocinquantuno fiammelle, in totale, su cui soffiare insieme d’un fiato, perché tutte e tre sono nate esattamente lo stesso giorno: il 16 luglio. E compiono, oggi, rispettivamente 97, 47 e 7 anni. Una bellissima coincidenza, che lega tre generazioni. Accumunate anche da una luce positiva negli occhi, capace di accendere l’ottimismo anche nell’animo di chi li incrocia. Una coincidenza che rende, questo, un giorno ancora più speciale.

Lisena ha lavorato come sarta per una vita intera, così è riuscita a crescere le sue quattro figlie. Troppo presto il destino le ha portato via l’amore della sua vita, erano i primi anni ’70 quando perse il marito. L’uomo di cui si innamorò mentre l’Italia viveva la seconda guerra mondiale, arrivato a Pisa da Quarrata per fare il soldato. Annalisa invece è una dirigente scrupolosa e una donna premurosa; mentre la piccola Siria, promossa quest’anno in seconda elementare alle Tomei, è una pattinatrice. Sogni, storie e età diverse, ma lo stesso piacere di condividere la vita in famiglia. A nonna Lisena, che legge La Nazione dalla prima all’ultima riga, e alle sue nipoti, i migliori auguri di compleanno anche dalla nostra redazione.