Viareggio, 13 agosto 2017 - Nuovi sopralluoghi dei tecnici di Arpat nei rincipali impianti che potrebbero essere all'origine dei cattivi odori che da tempo creano disagio agli abitanti di Viareggio in attesa delle 'famiglie sentinella' che avranno il compito di chiamare subito gli organi preposti segnalando i problemi.

L'Agenzia regionale è da tempo impegnata a cercare di individuare i responsabili delle forti maleodoranze che dall'inizio dell'estate, spiega una nota, disturbano la popolazione di Viareggio (ma anche di altri comuni limitrofi), soprattutto nelle ore notturne. Nei giorni scorsi è stata inviata a tutti i comuni interessati una relazione sugli ultimi accertamenti svolti, sia di notte sia di giorno, ai principali impianti presenti nella zona, che possono essere all'origine del problema.

Nella stessa comunicazione è stato confermato l'avvio del protocollo di collaborazione, concordato con le Amministrazioni a partire dal 16 agosto, ora che anche il comune di Viareggio - dopo quello di Massarosa -, ha individuato le «famiglie sentinella». Questi cittadini segnaleranno le maleodoranze alla polizia municipale di Viareggio - conclude la nota -, che allerterà immediatamente operatori Arpat del settore Versilia-Massaciuccoli resisi disponibili, anche nelle ore notturne, per l'effettuazione di accertamenti il più possibile tempestivi.