Pisa, 9 agosto 2017 - Rapporto pressoché irrecuperabile. La rottura fra il Pisa e Cardelli è quasi insanabile: il giocatore da ieri non è più neppure nel ritiro di Peccioli ma ha già ottenuto il nullaosta per allenarsi con il Pontedera. Il che, beninteso, non è affatto scontato che presagisca ad un passaggio in granata: il Pisa, infatti, potrebbe anche essere disponibile a cederlo in prestito, ma difficilmente lo farà a titolo gratuito e sicuramente il club che lo prenderà dovrà farsi carico dell'ingaggio. E Cardelli, che ha rinnovato il suo contratto con il Pisa poche settimane fa, ha un contratto abbastanza importante per un club come il Pontedera. Da ieri, invece, si allena con il Pisa Giacomo Nava, portiere di 20 anni, scuola Sampdoria, reduce da due stagioni da protagonista in serie D: 24 presenze nel 2015-16 con il Rapallo-Bogliasco e 33 l stagione scorsa con il Lentigione, club della provincia di Reggio Emilia. Resterà qualche giorno a disposizione di Gautieri per capire se può essere utile alla causa o meno ma non scenderà in campo giovedi nell'amichevole di Forte dei Marmi perché non è tesserato.

In uscita, invece, tanti corteggiatori per Sanseverino (23 anni): l'ultima in ordine di tempo a bussare alla porta del giocatore, che sicuramente il prossimo anno non vestirà la maglia nerazzurra, è stata la Sambenedettese, ma il centrocampisa piace anche al Monopoli e alla Viterbese. Il Pisa, però, valuta solo la cessione a titolo definitivo: Sanseverino, infatti, il prossimo anno sarà in scadenza e una cessione in prestito, quindi, implicherebbe anche il prolungamento del contratto.

Per quanto  riguarda il mercato della altre, invece, si accende la campagna acquisti dell'Alessandria: dopo aver preso il centrocampista Gazzi (34) dal Palermo (25 presenze in serie A nell'ultima stagione), punterebbero addirittura a Cacia (34), bomber da 140 gol in serie B, dodici dei quali nell'ultima stagione con l'Ascoli.