Pisa, lunedi 20 marzo 2017 - Tre punti di penalizzazione in classifica per il Pisa, da scontarsi nella stagione sportiva in corso e un'ammenda di 22 mila euro. Lo ha stabilito il Tribunale federale nazionale-sezione disciplinare a seguito del deferimento della società per inadempienze Covisoc. Giorgio Lorenzo Petroni, all'epoca dei fatti amministratore unico e legale rappresentante del club, è stato punito con un'inibizione di cinque mesi.

La sanzione inflitta al Pisa è la conseguenza di tre violazioni delle normative federali da parte della “gestione Petroni”: uno punto, infatti, è stato tolto per il mancato pagamento delle ritenute Irpef e i contributi Inps di luglio e agosto, un altro per quello delle ritenute Irpef e i contributi Inps di di settembre e ottobre e l'ultimo, infine, per il non avvenuto versamento delle mensilità di settembre o ottobre.

Con la nuova penalizzazione, che si aggiunge al -1 già contato, il Pisa scende al terz'ultimo posto a quota 30 punti. In attesa delle penalizzazioni che dovrebbero arrivare anche a Latina e Avellino, questa è la nuova classifica del campionato di Serie B: Spal 58 punti; Frosinone 56; Verona 54; Benevento (-1) 48; Perugia 47; Bari 46; Spezia, Novara 45; Cittadella 44; Entella, Carpi 43; Ascoli 38; Avellino 37; Salernitana 36; Cesena, Pro Vercelli 34; Vicenza 33; Latina, Brescia 32; Pisa 30; Trapani 29 eTernana 26.