Firenze, 12 settembre 2016 - Migliaia i fiorentini, in una piazza Santo Spirito gremita, che hanno applaudito, riso e rivissuto ieri sera le scene del ‘Ciclone’, ritrovandosi tutti insieme per festeggiare i vent’anni del mitico film campione d’incassi insieme a Leonardo Pieraccioni e ai protagonisti del cast come Barbara Enrichi, vincitrice del David di Donatello proprio con questo film, Massimo Ceccherini, Sergio Forconi, Bruno Santini e Tosca D’Aquino, accolti in piazza da una vera e propria ovazione.

image

 

E Pieraccioni ha salutato i suoi numerosissimi fan e ricambiato lo straordinario affetto dei fiorentini a suon di gag e battute, facendo anche l'imitazione di Cecchi Gori: «Sono venuto a portare un premio coraggio agli organizzatori – ha detto - perché portare Ceccherini su un sagrato di una chiesa, è come portare Higuain in un vicolo di Napoli. E adesso preparatevi a vedere il film in tedesco - ha scherzato -. Questo film ha stupito tutti dall'epoca, perché secondo i pronostici non avrebbe dovuto varcare i confini della Toscana, così come stupisce ancora oggi. Un grazie di cuore a tutti voi».

 

falseUn’eccezionale festa di compleanno, con tanto di brindisi, presentata dallo storico speaker radiofonico Alessandro Masti, voluta dal Quartiere 1 con la Commissione Cultura e l’associazione culturale Bang!, per rendere omaggio al regista fiorentino e a un film cult che ha raccontato la toscanità in tutt’Italia. A salutare Pieraccioni e lo storico cast, gli assessori Sara Funaro, Andrea Vannucci, la presidente del Consiglio comunale Caterina Biti, il presidente Maurizio Sguanci, e il presidente del Consiglio regionale, Eugenio Giani che ha commentato così il fenomeno Ciclone: «Ha segnato e dato il via ad un'epoca di comicità fiorentina e toscana apprezzata in tutta Italia, oggi come allora di grande attualità. Non è un caso che Pieraccioni Panariello e Conti siano alla ribalta con un loro spettacolo proprio in questi giorni».

La serata evento ha visto la pellicola proiettata sulla facciata della Basilica, preceduta dall’irriverente dialogo tra Pieraccioni e Gino con l’indimenticabile voce del maestro, Mario Monicelli, e in anteprima anche una parte dello speciale ‘Il Ciclone...Oggi’ realizzato da Bruno Santini e Leonardo Scucchi per il mercato dell’home video. «Come lo scorso anno col compleanno di Amici miei, abbiamo voluto regalare ai fiorentini un evento unico, che coniuga divertimento, cultura e tradizione in uno dei luoghi simbolo della fiorentinità, Santo Spirito» hanno commentato, soddisfatti dello straordinario successo di pubblico, Mirco Rufilli, presidente della Commissione Cultura Q1 e ideatore dell’evento insieme al presidente Maurizio Sguanci, Matteo Cichero di Ecoframes e Salvatore Pagano di Bang!.