Firenze, 17 dicembre 2017 - Non passa la Fiorentina contro il Genoa in un pomeriggio non particolarmente brillante per i viola. Nonostante un ottimo Chiesa in avanti e una difesa ben guidata vda Pezzella e Astori, la squadra di Stefano Pioli non trova il gol, tra imprecisione e un pizzico di sfortuna. Il gioco è troppo lento, troppi i passaggi sbagliati, poca lucidità sotto porta. Per la Fiorentina è il sesto risultato utile consecutivo, ma è un netto passo indietro rispetto alle ultime prestazioni.

In tribuna c'è il neo acquisto genoano Pepito Rossi accolto da un grande applauso dello stadio e da un coro della "Fiesole". Per quanto riguarda le formazioni, Pioli non cambia l'11 titolare e in avanti si affida al terzetto Chiesa, Simeone (ex rossoblù) e Thereau. L'attacco genoano è guidato da Taarabt e dall'esperto Pandev.

La Fiorentina cercava la continuità e i tre punti al "Franchi" contro  il Genoa, ma sono i rossoblù a partire in modo aggressivo. Al 5' Sportiello devia in angolo un bel tiro di Taraabt dalla destra. La gara vede sin dall'inizio conttinui rovesciamenti di fronte, ma è il Genoa a essere più pericoloso. Al 13'  è Brlek a impegnare Sportiello. La reazione viola vede un colpo di testa di Simeone fuori bersaglio.

I viola sembrano sorpresi dall'avvio spavaldo del Genoa. Al 17', però, Chiesa prova da fuori e il tiro va a lato non di molto. Al 25' Thereau viene steso da una spinta di Brlek, sembra punizione dal limite ma Calvarese ammonisce il viola per simulazione.

I viola faticano a trovare spazi, ma al 32' hanno un'ottima occasione: cross da destra di Chiesa, Biraghi è solo in area ma il colpo di testa è inguardabile. A scuotere i viola da un certo torpore è Chiesa, il migliore tra i suoi, con iniziative che non trovano sempre risposte adeguate dai compagni. Al 41  un tiro cross di Chiesa attraversa tutta l'area di rigore, ma né Simeone  né Biraghi trovano la deviazione vincente da pochi passi. 

Al 43' splendido assist di Chiesa ancora per Simeone che non riesce a sfruttare l'occasione. 

Nella ripresa subito un'occasione per i viola con Benassi di testa su cross di Laurini. Al 4' è Pezzella di testa a sfiorare il palo alla sinistra  di Perin. I viola insistono e all'8' è il solito chiesa da destra a dare un pallone d'oro a Simeone, un rigore in movimento che l'argentino spara alle stelle.

Ora i viola, spinti da Chiesa e da Veretout premono e sono pericolosi, ma non precisi. In avanti Simeone spreca, ma soprattutto Thereau è irriconoscibile nella sua peggior partita in viola. Tanto che al 19' Pioli lo toglie per far posto a Eysseric. fuori anche Simeone per fare spazio a Babacar.

In avanti è sempre Chiesa a crederci di più, per il resto troppe imprecisioni. Alla mezz'ora esce Benassi (sotto tono) ed entra Gil Dias. IL forcing finale dei viola è generosoi, ma infruttuoso e i viola non approfittano delle sconfitte di Torino e Milan.

Il tabellino

FIORENTINA (4-3-3): Sportiello; Laurini, Astori, Pezzella, Biraghi; Benassi (30' st Gil Dias), Badely, Veretout; Chiesa, Simeone (19' st Babacar), Thereau (19' st Eysseric). Allenatore: Pioli

GENOA (3-5-2): Perin; Izzo, Spolli 43' pt Rossettini), Zukanivic;  Rosi, Megliore, Veloso, Bertolacci, Brlek (31' st Omeonga); Taarabt, Pandev (8' st Lapadula). Allenatore: Ballardini 

Arbitro: Calvarese di Teramo

Note: ammmoniti Thereau, Brlek, Badelj

Vivi  le emozioni della partita con la nostra diretta Twitter con hashtag #FiorentinaNazione