Firenze, 18 agosto 2014 - Ultime ore di indecisione, dopodiché si saprà con certezza quale sarà il destino di Juan Cuadrado: se il colombiano continuerà a indossare la maglia viola, oppure se avrà ceduto a una maxi offerta dall'estero. "Dieci giorni al massimo, e il caso sarà chiuso", aveva detto Andrea Della Valle lo scorso 8 agosto, dopo l'incontro con l'esterno viola. Intanto, in attesa di conferme definitive, Cuadrado è stato convocato per il match in amichevole stasera contro l'Arezzo. Con lui ci sono il capitano Pasqual, che torna da ex sul campo Amaranto, Tatarusano e Brillante. (Tra i convocati Roncaglia, Ilicic, Piccini, Hegazi, Lazzari, Wolski, Bernardeschi, Lezzerini, Mancini, Gigli, Capezzi, Joaquin, Iakovenko, Octavio, Belek, Bangu, Petriccione). Per gli altri continuano gli allenamenti a Firenze, mentre è fermo Giuseppe Rossi, infortunato. E per lui è il giorno della verità: oggi gli esami che permetteranno di conoscere l'entita della contrattura muscolare. Il rischio è che Pepito salti la prima di campionato a Roma. Ma dall'ambiente della Fiorentina filtra ottimisto. E non può che essere buono il clima in casa viola dopo il 2-1 contro i campioni d'Europa. Real in scacco, con gol dell'ormai ritrovato Gomez e Alonso. Una vittoria che è arrivata dopo le esperienze positive in Sud America e Spagna.