Firenze, 24 aprile 2017 - Papa Francesco si recherà in pellegrinaggio a Barbiana, in Mugello, per pregare sulla tomba di don Lorenzo Milani. La visita si svolgerà martedì 20 giugno. A dare l'annuncio la Diocesi di Firenze spiegando che il pontefice ha accolto un invito del cardinale Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze. 

Il videomessaggio di Papa Francesco per don Milani

La visita, spiega la Diocesi fiorentina, «si svolgerà in forma riservata e non ufficiale e prevede un incontro del Papa con i discepoli di don Milani, un gruppo di sacerdoti fiorentini e alcuni ragazzi seguiti da realtà caritative, di intervento sociale, ed educativo della diocesi».

Papa Francesco arriverà a Barbiana intorno alle 11,15, qui il pontefice sarà accolto dal cardinale Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze e dal sindaco di Vicchio. Seguirà la visita in privato nel cimitero, con la preghiera sulla tomba di don Lorenzo Milano (1923-1967), in occasione del 50/o anniversario della morte. Nella chiesa ci sarà un incontro con i discepoli di don Milani ancora viventi, quindi il Papa visiterà brevemente la canonica. Nel giardino adiacente, Francesco terrà un discorso commemorativo, alla presenza dei discepoli, di un gruppo di sacerdoti della diocesi e di alcuni ragazzi ospiti di case-famiglia (il tutto circa 200 persone). Alle 12.30 la partenza da Barbiana, con rientro in Vaticano previsto alle 13.15. 

"Grande gioia" e gratitudine. Questi i sentimenti espressi dal cardinale Giuseppe Betori per la visita di Papa Francesco a Barbiana. "Il card.Betori - si legge in una nota della Diocesi fiorentina - esprime la grande gioia della Chiesa fiorentina per questa visita, ed è grato al Santo Padre per questo segno di attenzione alla nostra Arcidiocesi e a un sacerdote che ne ha illuminato la storia del secolo scorso, in un cammino personale, che pur dovendo sopportare tensioni e incomprensioni, ha visto don Milani rimanere sempre fedele a Cristo e alla Chiesa".

"E' un grande onore la presenza di Papa Francesco a Barbiana, in Mugello - sottolineano il presidente dell'Unione dei Comuni del Mugello Paolo Omoboni e il sindaco di Vicchio Roberto Izzo - una visita con un forte significato e valore simbolico, nei luoghi in cui don Milani dette vita a una straordinaria esperienza formativa ed educativa, da cui nacque un modello di scuola, da cui nacquero scritti che hanno lasciato il segno per il loro dirompente messaggio e insegnamento ed hanno scosso le coscienze di tutti - aggiungono -. 'Il problema degli altri è uguale al mio. Sortirne tutti insieme è la politica. Sortirne da soli è l'avarizia': per i politici e per chi amministra la cosa pubblica - concludono - queste parole dovrebbero essere sempre una bussola".