Arezzo, 20 dicembre 2017 - Qual è la reale situazione vissuta dallo Spazio Famiglia del Comune di Arezzo? A chiederselo è stato il Partito Socialista Italiano della Zona Aretina che, raccogliendo le preoccupazioni di cittadini e di professionisti quale il pediatra Giovanni Poggini, ha incontrato l'assessore alle politiche sociali Lucia Tanti per fare chiarezza sul futuro dei servizi offerti dal centro. Lo Spazio Famiglia, con sede presso la Casa Diritta, opera in svariati ambiti in sostegno alla genitorialità, ai nuclei familiari, all'adozione, all'affidamento e ai diritti di bambini e adolescenti, ma ha recentemente subito una riorganizzazione di alcune attività che ha suscitato polemiche da parte delle opposizioni. In questo senso, il Psi ha voluto fare chiarezza e l'incontro con l'assessore Tanti ha permesso ai rappresentanti del partito di esaminare e di comprendere l'attuale ed effettiva attività del centro. «Il nostro obiettivo - spiega Alessandro Giustini, segretario del Psi della Zona Aretina, - era di capire se le attività dello Spazio Famiglia erano sempre attive o erano state soppresse. In questo senso siamo stati confortati perché l'agenda di appuntamenti in programma anche nel 2018 ha dimostrato come questo servizio stia proseguendo il proprio operato di sostegno alle famiglie: riteniamo doveroso fare chiarezza per evitare che si diffonda tra gli utenti e i cittadini l'errata percezione di abbandono e disinteresse da parte delle istituzioni».

Ad essere sospesa è stata soltanto l'attività di sostegno alla genitorialità su mandato del Tribunale Ordinario e per i Minorenni, come emerge dal verbale della riunione della ex Zona Sociosanitaria Aretina tenutasi lo scorso settembre. I Comuni dell'Area Distretto di Arezzo hanno infatti condiviso all'unanimità le ragioni normative e gestionali alla base di tale decisione, in attesa di conoscere come sarebbe stato riorganizzato lo stesso Distretto per arrivare a definire con precisione le risorse umane ed economiche necessarie al mantenimento dei servizi. «Escludendo il sostegno alla genitorialità - puntualizza Giustini, - lo Spazio Famiglia sta proseguendo e proseguirà tutte le altre attività di informazione e di prevenzione per famiglie e minori, ad ogni livello ed in collaborazione con scuole ed associazioni. Ringraziamo l'assessore ed il servizio sociale del Comune di Arezzo per il tempo che ci ha dedicato, esprimendo soddisfazione per gli esiti di un incontro che ha garantito la prosecuzione positiva di questo servizio tanto importante per i cittadini».