Cortona, 13 febbraio 2018 - Il mercato immobiliare è in ripresa nel territorio. A dirlo sono gli esperti del settore, ma anche qualche numero. A livello nazionale, per esempio, secondo l’ufficio studi del gruppo Tecnocasa, il 2018 segna un lieve aumento dei valori del settore tra 0 e +2% e un incremento delle compravendite tra il +2% e il +4%.

Sul piano locale la ripresa è possibile valutarla attraverso l’andamento dei prezzi.  Le stime pubblicate da immobiliare.it, che elaborano i dati Istat, mettono in evidenza che a Cortona nel mese di gennaio 2018 per gli immobili residenziali in vendita sono stati richiesti in media € 2.123 per metro quadro, contro i € 2.041 registrati il mese di gennaio 2017 (con un aumento del 4,01% in un anno).

Prezzi medi appunto, che in alcuni casi, come per il centro storico della città, non sono sempre in linea. Qui, stando alle valutazioni degli agenti immobiliari una casa può anche arrivare a costare 4 mila euro al metro quadro, soprattutto se si trova in una bella posizione, ha una buona vista sulla valle e magari uno spazio esterno. In media, comunque, il prezzo non scenderebbe, salvo “occasioni” speciali, sotto i 3 mila euro al metro quadro.

“Il mercato nel centro storico è sempre vivace nonostante tutto”, spiega Lorenzo Corazza titolare dell’agenzia Toschouse Immobiliare. “Ovviamente i clienti sono a caccia di buoni affari e chi ha un prezzo concorrenziale riesce meglio a vendere. In questi ultimi mesi ho notato anche un riavvicinamento di coppie giovani al centro storico, scelta in controtendenza rispetto al passato”. A Cortona si sceglie di acquistare soprattutto per investimento. “Molti clienti italiani, in particolare dal Nord Italia, scelgono di investire in appartamenti da destinare al turismo” - spiega ancora Corazza.

Anche il mercato straniero non conosce troppa crisi, seppur qualche preoccupazione all’orizzonte c’è. Lorenzo Lucani, titolare dell’agenzia Tsi di Cortona e neo eletto delegato regionale per il settore estero della Toscana per la Fiaip parla di “un mercato straniero tonico, anche se preoccupa l’aumento dell’euro e il deprezzamento del dollaro e della sterlina”.  Nel 2017, sempre secondo Lucani, “sono calati i clienti americani che hanno, però, lasciato spazio ad Australiani e Canadesi, oltre agli Inglesi che restano particolarmente affezionati alla Toscana. Piace il centro storico, ma vanno per la maggiore i casali in campagna e indipendenti”.

Camucia resta meta prediletta per l’acquisto di case per giovani coppie e famiglie della zona. “Il clima è tornato positivo ormai da qualche anno – commenta Nicola Burazzi titolare dell’agenzia Immobiliare Cortonese – e anche la voglia di investire nella casa grazie anche a mutui vantaggiosi e agevolazioni fiscali per chi ristruttura. Camucia propone molti immobili comodi a tutti i servizi, tipologia sempre più richiesta dai giovani che cercano anche metrature più ampie, magari da personalizzare”.

Nel mercato cortonese tornano ad affacciarsi anche giovani stranieri extracomunitari ormai inseriti da tempo nel territorio, che scelgono di acquistare la prima casa dopo molti anni di affitto.

Secondo l’Omi, l’osservatorio del mercato immobiliare delle agenzie delle entrate, le frazioni di Fratta, Manzano, Farneta, Centoia, Montecchio, Terontola e Ossaia hanno i valori più bassi in fatto di prezzi con un base che parte dai 1.050 €/m².