Cortona, 25 gennaio 2018 - Neanche il tempo di riprendersi dalla importantissima notizia dell’arrivo del cospicuo finanziamento di un milione e 650 mila euro ottenuto dal Governo nell’ambito del progetto   "Bellezza@ -Recuperiamo i luoghi culturali dimenticati", che la Fortezza del Girifalco di Cortona si aggiudica un nuovo aiuto economico. Questa volta i soldi arrivano dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze che ha deciso di finanziare il progetto di recupero del Bastione San Giusto ed aree esterne della Fortezza.

Il costo totale del progetto di recupero presentato ammonta a 95 mila euro, 47,5 dei quali erogati dalla fondazione bancaria, 40 mila dal comune di Cortona e 7,5 dell’Associazione On The Move che gestisce per conto dell’amministrazione il bene.

“Anche in questo caso, come nei precedenti - dichiara il Sindaco di Cortona Francesca Basanieri -  la qualità della progettazione e l’importanza dell’intervento è stata premiata. Il nostro obiettivo generale è quello recuperare totalmente e valorizzare un bene monumentale di straordinario valore e d’interesse architettonico, storico, artistico, culturale e archeologico e di dar vita ad un modello di impresa culturale, sostenibile dal punto di vista socio-economico. Ciò permetterà di innestare processi d’innovazione sociale (collaborazione tra pubblico e privato per la valorizzazione del patrimonio culturale), di offrire servizi di alta qualità, di generare opportunità lavorative e favorire inclusione sociale di persone svantaggiate (collaborando con la USL Toscana Sud Est )”.

Particolarmente soddisfatto dell’esito di questo nuovo bando il presidente dell’Associazione On The Move Nicola Tiezzi che ha annunciato che i lavori potranno essere cantierati in tempi rapidi per aprire al pubblico, dopo secoli d’inaccessibilità il Bastione S. Giusto, uno dei 4 della Fortezza, e gli spazi esterni tra i Bastioni S.Egidio e S.Giusto e potenziare gli esistenti rendendoli accessibili ai diversamente abili. 

“L’obiettivo è mettere in sicurezza il Bastione S.Giusto in maniera tale che possa essere parzialmente utilizzato e visitabile – spiega Tiezzi -  mentre le aree verdi tra Bastioni S.Egidio e S.Giusto potranno ospitare opere d’Arte Contemporanea e zone ricreative con punti di sosta panoramici. L'intervento si riassume pertanto in un miglioramento dell’accessibilità della Fortezza e l’aumento di spazi fruibili in interni (circa 250 mq) e in esterni (circa 1.200 mq) ed è anche prevista la realizzazione di un giardino/orto sociale, nello spazio verde adiacente al Bistrot in Fortezza.  Credo che si tratti di un intervento molto importante e che consentirà di fare vedere parti della Fortezza sconosciute anche a molti cortonesi. In questi mesi, prosegue Nicola Tiezzi, la Fortezza del Girifalco è al centro di tanti lavori, ricordiamo che sono in corso gli interventi finanziati dal progetto regionale delle Città Murate ad esempio. La nostra visione finale del progetto, condivisa con il Comune di Cortona, è quella avviare le attività di un’Accademia Internazionale sulle Arti Visive in grado di proporre sul mercato internazionale un’offerta formativa di alto profilo di rendere vive e sostenibili le attività all’interno del bene dopo il restauro. Attraverso tale percorso la Fortezza diventerà spazio d’innovazione artistica e laboratorio d’idee, centro di produzione culturale all’avanguardia, in linea con le più interessanti esperienze estere e in grado di proporsi come un caso di eccellenza nazionale, divenendo per Cortona e il suo territorio un nuovo importante polo di attrazione ed elemento di strategica destagionalizzazione dei flussi turistici. ”