Ecco il glamping sul lago. Si sono aperte le porte di un "angolo di paradiso"

Inaugurato a Sant’Arcangelo il resort di Loek van de Loo, il primo del genere in Umbria: ’mobile home’ di ultima generazione, tende safari e parco acquatico.

Ecco il glamping sul lago. Si sono aperte le porte di un "angolo di paradiso"

Ecco il glamping sul lago. Si sono aperte le porte di un "angolo di paradiso"

"Questo piccolo angolo di paradiso a me ha rubato il cuore molti anni fa - lo racconto sempre - quando ho cominciato a collaborare con la proprietà precedente, a cui sono molto affezionato. Allora ero a capo di una grande realtà digital di tour operating, che raccoglieva le prenotazioni dei turisti nordeuropei per trascorrere le vacanze open air qui in Italia. Questo affaccio sul lago è sempre rimasto uno dei miei luoghi del cuore e, quando si è concretizzata l’opportunità di riaprirlo, con la mia famiglia non abbiamo esitato e abbiamo subito cercato di raccontare il nostro progetto all’amministrazione locale e di dargli vita. È stato sfidante soprattutto questo ultimo periodo, la pioggia ci ha un po’ scombinato i piani ma finalmente posso ufficialmente dichiarare aperto il primo glamping resort del Lago Trasimeno".

Loek van de Loo domenica pomeriggio ha aperto le porte del suo "angolo di paradiso" ai primi ospiti del primo Glamping resort dell’Umbria, con il suo modello di "hotellerie orizzontale". In uno spazio di circa 6 ettari sono presenti mobile home di ultima generazione, tende safari, alloggi unici nel loro genere, e piazzole per camper e caravan, con accesso diretto al lago, con spiaggia e pontile. Tra i servizi: un ristorante pizzeria aperto anche agli esterni, un bar e la gelateria, il parco acquatico, le attività di edutainement multi lingue - marchio di fabbrica del Gruppo – il servizio di mini jeep elettriche per far scoprire lo spazio naturale ai bambini e tanto altro. Il Glamping - che sorge appunto sugli spazi dell’ex Italgest - è stato riorganizzato totalmente negli spazi andando per sottrazione: ogni unità abitativa ha una più ampia area privata circostante rispetto al camping tradizionale, in modo da garantire privacy e tranquillità. Tutto il parco è totalmente car free Interessante l’approccio con il territorio, poiché oltre il 60 per cento degli operatori tra ristorazione, housekeeping, manutenzione, reception è locale, così come moltissimi dei prodotti che vengono utilizzati nella ristorazione e nel negozio.

Tra gli ospiti presenti domenica appunto il nuovo sindaco Massimo Lagetti e l’uscente Giacomo Chiodini che in continuità hanno seguito lo sviluppo del progetto e che ai suoi albori era stato anche presentato alla popolazione per specificarne la natura di massima sostenibilità. In totale, il nuovo Lago Trasimeno Glamping Resort offrirà nuove esperienze di vacanza open air a circa 1.000 ospiti a pieno "carico", raddoppiando di fatto la popolazione della piccola frazione di Sant’Arcangelo.