Ferrara, 14 giugno 2018 - GALEOTTA fu la mano. Fatali gli scatti dei fotografi, e le immagini dei video: per il fantino del Rione San Paolo Francesco Caria, vincitore dell’ultima edizione del Palio, scatta la squalifica. Per un anno. Il Maestrato dei Savi ha infatti verificato l’irregolarità del comportamento del campione bianconero: ‘Tremendo’, come è conosciuto nel mondo del Palio, si è reso infatti protagonista di una vistosa trattenuta ai danni del rivale di Santo Spirito, Simone Mereu. L’episodio è accaduto durante il primo rettilineo, subito dopo la partenza; Caria partiva alla corda, e lo spunto del suo cavallo, Preziosa Penelope, l’aveva portato in testa, ma l’antagonista era in procinto di superarlo, e magari stringerlo allo steccato per conquistare la testa della corsa.

ECCO allora spuntare la mano; una robusta tirata alla giubba gialloverde, e anche a seguito di quella mossa per Santo Spirito non c’è stato nulla da fare. La sanzione è stata morbida, dicono alcuni, se si pensa ai tre anni di squalifica comminati, nel 2001, al fantino di San Giacomo Mario Canu, squalificato per tre anni per aver strattonato, e in quel caso fatto cadere, il rivale Antonio Villella.