Alia, lotta al degrado. Arrivano gli ispettori

Contro discariche abusive e furbetti dei rifiuti. Possono anche multare chi non raccoglie le deiezioni dei propri animali.

Alia, lotta al degrado. Arrivano gli ispettori

Alia, lotta al degrado. Arrivano gli ispettori

I primi sacchetti ispezionati sono stati a Seano e a Comeana, nelle zone industriali. A Carmignano sono tornati operativi gli ispettori ambientali di Alia che opereranno per un totale di oltre 300 ore. Carmignano è il ventottesimo Comune gestito da Alia che ha deciso di attivare il servizio degli ispettori ambientali che intervengono in stretta sinergia con la polizia municipale su progetti mirati, dedicati al controllo dei rifiuti abbandonati su area pubblica e al decoro del paese, dei parchi e delle aree verdi. Gli ispettori possono verificare il rispetto degli orari di esposizione dei rifiuti per il "porta a porta", ma anche ispezionare sacchi e materiali abbandonati così da rintracciare i responsabili e procedere a sanzionarli, oltre a verificare i conferimenti delle utenze non domestiche. Inoltre, possono elevare verbali nei confronti di chi butta a terra mozziconi di sigaretta o dei proprietari di cani che non raccolgono le deiezioni dei propri animali o, infine, intervenire sul corretto utilizzo dei cestini. Tra i compiti degli ispettori anche quello di svolgere controlli e verifiche a seguito di segnalazioni pervenute dall’amministrazione comunale o dalla polizia municipale. "Abbiamo verificato sul campo - spiega Lorenzo Perra, presidente di Alia Multiutility - che il ruolo di queste figure è molto importante sul fronte dell’educazione ambientale visto che affiancano i cittadini nell’attuare i giusti conferimenti e nel risolvere problemi quotidiani relativi alle modalità di gestione dei rifiuti". Il primo giorno di lavoro è stato seguito dall’assessore all’ambiente Federico Migaldi ma anche dal sindaco Edoardo Prestanti: "Siamo da sempre molto attenti alla salvaguardia del nostro paesaggio e alla tutela dei suoi tratti naturalistici".