Task-force Cri per i bambini della Palestina

Dieci bambini palestinesi feriti, accompagnati dai familiari, sono arrivati a Roma per essere curati negli ospedali italiani. Altri sei bambini sono stati trasferiti a Pisa e poi a Genova e Firenze. La Croce Rossa si sta preparando per portare altri 50-60 bambini in Italia.

Task-force Cri per i bambini della Palestina
Task-force Cri per i bambini della Palestina

Sono arrivati all’aeroporto militare di Ciampino, a Roma, alle 21.34 di lunedì sera con un C130 dell’Aeronautica militare proveniente da Al-Arish, in Egitto, i dieci bambini palestinesi feriti, più un adulto, che saranno curati nelle strutture ospedaliere italiane, accompagnati dai loro familiari e da mediatori. Il volo ha poi proseguito per Pisa, dove sono sbarcati altri sei bambini, tre dei quali sono stati trasferiti all’ospedale Gaslini di Genova grazie a una task force della Croce rossa di Spezia, Follo e Genova, e tre all’ospedale Meyer di Firenze. I bambini, arrivati solo quattro giorni fa in Egitto attraverso il valico di Rafah, sono stati dapprima curati e stabilizzati dai sanitari egiziani nelle strutture ospedaliere locali. Il generale Francesco Paolo Figliuolo, a capo del Comando operativo di vertice interforze, ha aggiunto: "Porteremo altri 50-60 bambini che hanno bisogno di cure con la nave Vulcano. Dopo 4-5 giorni di navigazione saranno in Italia e verranno portati verso gli ospedali pediatrici di riferimento". Una volta arrivate a Pisa, tutte e tre le bambine (tra i 9 e gli 11 anni), che presentavano ferite e amputazioni causate dai bombardamenti a Gaza, sono state prese in carico dai soccorritori della Croce rossa spezzina, di Follo e Genova e trasportate durante la notte al Gaslini. "Ringrazio i nostri volontari che anche in questa occasione hanno risposto alla chiamata e si sono subito mobilitati – commenta il presidente della Croce Rossa della Spezia Luigi De Angelis (nella foto) –. È stata una missione impegnativa, sia per il viaggio effettuato durante la notte, sia per la delicatezza dell’intervento".