Il Follonica Gavorrano resta nel girone E di serie D. Come nelle ultime stagioni la formazione biancorossoblù è stata inserita nel raggruppamento che comprende squadre toscane, laziali e umbre. Per la prima volta nella sua storia il Follonica Gavorrano affronterà il Montespaccato, formazione di Roma, e il Tiferno Lerchi,...

Il Follonica Gavorrano resta nel girone E di serie D. Come nelle ultime stagioni la formazione biancorossoblù è stata inserita nel raggruppamento che comprende squadre toscane, laziali e umbre. Per la prima volta nella sua storia il Follonica Gavorrano affronterà il Montespaccato, formazione di Roma, e il Tiferno Lerchi, formazione umbra di Città di Castello. Appassionanti saranno i derby con la Pianese e il Siena dopo le retrocessioni dalla serie C.

"Credo che rispetto all’altro girone delle squadre toscane (inserite con formazioni emiliane Ndr), il nostro girone sia molto più difficile – spiega il direttore generale del Follonica Gavorrano Filippo Vetrini –. Nel girone E c’è sempre un ritmo alto, e l’agonismo la fa da padrone. Ma geograficamente è il girone giusto per noi".

Il team di mister Favarin, che potrà contare su una squadra da zona playoff, dovrà però guardarsi da Siena, Pianese, San Donato e dalle formazioni romane. "L’Ostia lo scorso anno è arrivata seconda nel girone con le sarde – precisa Vetrini –. Il Siena per blasone non può non puntare a salire in C. Idem la Pianese che ha un organico importante. Poi occhio al San Donato Tavarnelle di Indiani".

Come sempre appassionanti saranno gli incroci contro Sangiovannese, Scandicci e Trestina, formazioni sempre alquanto combattive. Domani o sabato dovrebbero essere resi noti i calendari. Il girone E: Aquila Montevarchi, Cannara, Flaminia, Foligno, Follonica Gavorrano, Grassina, Lornano Badesse, Montespaccato, Ostia Mare, Pianese, San Donato Tavarnelle, Sangiovannese, Scandicci, Siena, Sinalunghese, Sporting Trestina, Tiferno Lerchi, Trastevere.

Andrea Capitani