Vaglia: giovane lupa catturata con una tagliola, uccisa e abbandonata

Il sindaco Borchi: "Le tagliole sono assolutamente vietate e i lupi protetti dalla legge penale"

La lupa uccisa

La lupa uccisa

Firenze, 8 maggio 2023 - Una giovane lupa ferita con una tagliola, poi uccisa e infine abbandonata su un sentiero. E' accaduto ieri, domenica 7 maggio, in provincia di Firenze, in una zona boschiva del comune di Vaglia. Ne dà notizia questa mattina su Facebook il sindaco di Vaglia, Leonardo Borchi, postando anche la foto dell'animale ucciso.

"Ieri è stata ritrovata morta una lupa, giovane, in località Altare, alle pendici del Montesenario - spiega il sindaco - L'animale ha una ferita alla zampa cagionata da una tagliola. Probabilmente l'animale è stato catturato, poi ucciso e quindi trasportato vicino al sentiero perché fosse rinvenuto". Borchi sottolinea che "le tagliole sono assolutamente vietate e i lupi protetti dalla legge penale".

Il sindaco di Vaglia poi aggiunge: "La convivenza con questi animali predatori non è facile, soprattutto per gli allevatori. Prima di tutto occorre rispettare alcune semplici regole. Chi percorre i nostri boschi deve mettere in conto di poter incontrare questi mammiferi; non deve lasciare liberi i cani, soprattutto se di piccola taglia; deve farsi sentire, se è sottovento, procurando rumore, in maniera di non sorprendere il lupo che, se è madre ed ha cuccioli, è molto aggressiva nel difenderli. Ci vuole responsabilità e rispetto".

Maurizio Costanzo 

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro