Il Padovani? 14 milioni. Sedili da 320 a 1.650 euro. E tre soluzioni tecniche per vip, bar e posteggi

Nel documento descrittivo i requisiti da applicare per i lavori di adeguamento. I materiali dovranno essere improntati su eco-sostenibilità e bio-architettura. Tutti i settori dello stadio dovranno essere muniti di tornelli e videocamere.

Il Padovani? 14 milioni. Sedili da 320 a 1.650 euro. E tre soluzioni tecniche per vip, bar e posteggi
Il Padovani? 14 milioni. Sedili da 320 a 1.650 euro. E tre soluzioni tecniche per vip, bar e posteggi

di Antonio Passanese

FIRENZE

In attesa di capire quale città e quale stadio ospiteranno la Fiorentina durante i lavori di restyling del Franchi, Palazzo Vecchio continua a portare avanti il progetto di adeguamento del campo da rugby Padovani per il quale ha chiesto e ottenuto dal Consiglio comunale il via libera a una variazione di bilancio da 10 milioni di euro. In verità, per poter rendere fruibile l’impianto sportivo servirebbero altri 3,253 che in un primo momento sembrava dovesse metterli la società viola. Ma dopo lo scontro istituzionale – con tanto di botta e risposta – tra il direttore Joe Barone e l’amministrazione Nardella, l’ipotesi appare sempre più utopistica. Nel frattempo, il Comune ha avviato un dialogo competitivo con le aziende che hanno manifestato interesse per il bando sui lavori al Padovani.

Ma cosa prevede la riqualificazione e l’ampliamento del complesso di viale Paoli? Lo spiega nei particolari il documento redatto dalla Direzione Servizi Tecnici di Palazzo Vecchio. Nell’atto vengono descritti i tre requisiti che caratterizzeranno il Padovani. Innanzitutto la riqualificazione per uno stadio da rugby da 4mila posti. Questa soluzione, viene spiegato nel documento tecnico, prevede la realizzazione di una tribuna coperta permanente, attrezzata e moderna con skybox, spazi per spogliatoi, ristoro, area stampa e tutti i servizi necessari per gli eventi sportivi.

La soluzione 2 (riferita sempre al rugby), ovvero quella dell’ampliamento, prevede una struttura prefabbricata modulare fino a 3mila posti utile anche a creare un impianto adatto a ospitare una pluralità di sport ma anche altri eventi da svolgersi all’aperto che possano prevedere un pubblico di circa 7mila persone, oggi non presente a Firenze. In ultimo, la soluzione 3 consiste nel realizzare una tribuna con struttura provvisoria fino a circa 8mila posti priva di copertura ma dotata di servizi che possano ospitare partite di calcio di serie A con almeno 15mila spettatori. "Le tre configurazioni prevedono diverse modalità di gestione dei flussi, degli ingressi, della sicurezza e degli spazi e non dovranno impattare con i futuri cantieri della tramvia e del Franchi.

Il Padovani, inoltre, dovrà contenere quindi un numero adeguato di posti anche per autorità e vip, oltre a spogliatori da almeno 200mq, stanze per gli allenatori, spogliatoi per gli arbitri, sale per i delegati di gara, sala medica e per il controllo anti doping. Altro elemento di non poco conto riguarda i parcheggi: ce ne dovrà essere uno da minimo 150 posti, per autorità e addetti, lungo viale Nervi, mentre quello per le squadre potrebbe essere collocato su viale Malta. "La scemta del sistema costruttivo – si legge nel documento – dovrà essere improntata ai principi di sostenibilità ambientale e della bio-architettura". Nella sezione in cui vengono stimati i costi si ipotizzano sedute da 1.650 euro a posto (per le tribune fisse) a 320 euro per i seggiolini che saranno nelle tribune leggere e amovibili. Per tutti i lavori, come detto, gli importi sono di poco inferire ai 14 milioni (13,253 milioni per la precisione senza contare l’aumento dei prezzid ei materiali) con un compenso professionale ai redattori deol progetto di 593mila euro.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro