I 10 anni di Tearc-laboratorio. Otto giovani artisti in scena

Doppio appuntamento oggi e domani. La direzione artistica è di Giancarlo Cauteruccio

I 10 anni di Tearc-laboratorio. Otto giovani artisti in scena

I 10 anni di Tearc-laboratorio. Otto giovani artisti in scena

Il Teatro Studio Krypton celebra il decennale di Tearc-laboratorio di teatro-architettura e del progetto "Nel chiostro delle geometrie", con le performance e le installazioni di otto giovani artisti. L’appuntamento è oggi e domani al Vivaio del Malcantone e nel Chiostro di Sant’Ambrogio all’interno di Ditta Artigianale.

Con "10 anni che sembran pochi 2014-2023", va in scena un composito progetto pensato in forma aperta, che si è avvalso della direzione artistica di Giancarlo Cauteruccio e di quella scientifica di Carlo Terpolilli, e che in tutti questi anni ha affiancato alla cospicua attività formativa, destinata agli studenti, un importante calendario di proposte artistiche e culturali. Questo ha permesso ai cittadini di accedere a un luogo segreto e di grande fascino quale è il complesso di Santa Verdiana, storica sede del Dida allocata nel quartiere di Sant’Ambrogio. Nell’edizione dell’anniversario Teatro Studio Krypton coinvolge il collettivo Eterotopie e chiama a raccolta otto giovani artisti: Daniele Carcassi, Benedetta Danti, Timoteo Hansson Carbone, Federico Langone, Elisa Pietracito, Claudia Sicuranza, Francesca Kezich, Corso Zucconi. Autori che realizzano lavori site specific che vanno dalle performance musicali alle installazioni di opere scultoree e fotografiche, e mettono in atto un processo di partecipatory design, frutto di incontri e confronti che favoriscono interazioni e connessioni fra le varie azioni, preservando comunque l’individualità di ciascun protagonista.

Gli artisti adottano nella produzione un approccio di sostenibilità e fattibilità sia ambientale che economica, prediligendo l’uso di materiali di riciclo. Con la curatela di Massimo Bevilacqua e la direzione artistica di Giancarlo Cauteruccio, l’anniversario si apre oggi alle 16,30 al Vivaio del Malcantone. I lavori dislocati nei vari spazi del Malcantone sono visitabili fino a domani, mentre stasera dalle 19,30 il chiostro dell’ex convento di Sant’Ambrogio, all’interno di Ditta artigianale, accoglie un segmento del programma espositivo e performativo.

O.Mu.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro