SANDRA NISTRI
Cronaca

Escalation di furti in auto e negozi. E gli occupanti tornano all’hotel

Preoccupanti gli ultimi dati della prefettura sulla criminalità. Baratti: "Sbagliato ridurre i controlli nei festivi"

Escalation di furti in auto e negozi. E gli occupanti tornano all’hotel

Escalation di furti in auto e negozi. E gli occupanti tornano all’hotel

Tra il 2019 e il 2022 a Calenzano si è verificato un incremento di furti degli esercizi commerciali del 104%. Un dato altissimo che si aggiunge all’aumento di furti nelle auto in sosta (più 11% nel 2022 rispetto all’anno precedente), dei furti con destrezza (17 l’anno scorso contro i 14 del 2021) e dei cosiddetti ‘delitti informatici’ (18 contro 13). Scendono invece i danneggiamenti (165 nel 2022 rispetto ai 171 del 2021) e anche i furti in appartamento. Su quest’ultimo dato, però, viste le quasi quotidiane segnalazioni sulle pagine social legate al territorio calenzanese, potrebbe pesare la scelta di diverse vittime di non denunciare il fatto, soprattutto in caso di magri bottini. I dati della prefettura, validati di recente dal mjinistero sono preoccupanti, soprattutto per quanto riguarda gli esercizi commerciali, per il capogruppo della Lega Daniele Baratti: "Riteniamo opportuno – dice - un confronto con le associazioni di categoria per individuare iniziative che possano permettere un maggiore livello di sicurezza per gli esercizi commerciali. È necessario che la prevenzione e la sicurezza siano declinate in un contesto di ampia collaborazione, nel quale l’attività delle forze di polizia sia integrata da misure di difesa passiva che fungano intanto da deterrente per i malintenzionati e poi da ausilio per le indagini dirette eventualmente a identificare gli autori dei reati".

Baratti, in qualità di presidente della prima Commissione consiliare annuncia anche che convocherà, nelle prossime settimane una seduta alla presenza della polizia municipale, dei carabinieri e istituti di vigilanza privata per approfondire meglio la situazione: "Certamente, da parte di questa amministrazione – commenta – aver ridotto l’operatività della polizia municipale nei giorni festivi non è stato il miglior modo per migliorare la sicurezza del nostro territorio".

Sempre in chiave sicurezza nell’ultimo consiglio comunale è tornata alla ribalta, grazie ad una interpellanza dello stesso Baratti, la vicenda dell’ex hotel Albatros di via di Prato che sarebbe al centro di una nuova occupazione dopo l’intervento dei carabinieri nel luglio scorso: "Il sindaco in consiglio – sottolinea il consigliere della Lega – ci ha confermato la presenza di soggetti non identificabili che, pur con le chiusure degli accessi effettuate da una ditta in precedenza, sono riusciti a forzare ed entrare. Il prefetto di Firenze è già stato informato dal sindaco di questa vicenda e noi chiediamo che si mantenga alta l’attenzione per evitare che la situazione possa diventare pericolosa. Per questo ci auguriamo che siano messe in campo tutte le azioni possibili al fine di arrivare, tramite la magistratura, anche ad un sequestro preventivo dell’immobile. Vigilanza che non deve mancare neanche su un altro immobile di Calenzano che abbiamo appreso in consiglio risulta essere occupato". Fino ad oggi – conclude Baratti – "la situazione è rimasta sotto controllo grazie ad uno straordinario lavoro di monitoraggio delle autorità competenti e soprattutto dei carabinieri ai quali va il mio più sincero ringraziamento ma occorre tenere alta l’attenzione sulla situazione. Tutti noi abbiamo il compito di fare passare il messaggio che a Calenzano non c’è spazio per l’illegalità".

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro