Firenze, 16 settembre 2019 - Correre aiuta a stare meglio, lo dicono i medici, se poi lo si fa anche per raccogliere fondi per la lotta contro il tumore al seno, viene ancora più voglia di correre. Quella di quest’anno è una edizione di “Corri la vita” che vedrà ancora una volta Firenze dare il suo contributo. Nato nel 2003 per iniziativa della presidente Bona Frescobaldi, l’appuntamento sportivo non competitivo ha raccolto e distribuito nelle precedenti 16 edizioni oltre 5.700.000 euro, riunendo quasi 335.100 partecipanti e consentendo un’assistenza a oltre 400.000 donne.

Sarà il noto giornalista televisivo Giovanni Minoli a dare il via, il prossimo 29 settembre, all’evento che avrà due percorsi diversi per difficoltà: L’organizzazione di Corri la vita ha studiato due nuovi percorsi diversificati per gradi di difficoltà: un primo percorso di circa 11 km, che parte da piazzale Vittorio Veneto (Cascine), attraversa ponte alla Vittoria, raggiunge via Pisana e passa per il Giardino Strozzi e via del Monte Oliveto, nuove tappe dell’edizione 2019; prosegue in direzione piazza Pitti e lascia l’Oltrarno da Ponte alle Grazie, per continuare verso Santa Croce, toccare Ponte Vecchio, piazza Signoria, Duomo e Battistero e rientrare alle Cascine.

Il secondo itinerario di circa 5,5 km sarà costellato da una serie di tappe di carattere culturale e attraverserà anche parte dell’Oltrarno per poi tornare verso il piazzale di partenza passando da Ponte alla Carraia. “Questa manifestazione cresce nel tempo e ogni anno non vediamo l’ora che arrivi il giorno della corsa - ha detto il sindaco Dario Nardella, presentando l’iniziativa benefica nella Sala d’Armi di Palazzo Vecchio -. Ancora una volta Bona Frescobaldi e tutta la straordinaria squadra di Corri la vita hanno organizzato una bellissima giornata di solidarietà, sport e cultura che abbraccia e coinvolge tutta la città”.

“Anche quest’anno grazie all’impegno di tanti amici - ha aggiunto la presidente dell’Associazione Corri la vita onlus Bona Frescobaldi - abbiamo organizzato un evento ricco di novità, animato come sempre da persone generose e attente, che vogliono testimoniare la propria solidarietà nei fatti e con entusiasmo”. Alla presentazione non è mancata l’assessore regionale alla Sanità, Stefania Saccardi. Tutti i partecipanti alla XVII edizione di “Corri la Vita” avranno la possibilità di visitare gratuitamente mostre e musei per tutta la domenica in cui si svolge la manifestazione. E per la prima volta, nell’ambito del Progetto EVA, pensato per il sostegno alle donne malate di tumore rispetto alle problematiche legate alle conseguenze della chemioterapia, saranno visitabili anche i musei di Prato, Empoli, Pistoia, Montelupo Fiorentino e Borgo San Lorenzi. Da non trascurare l’opportunità di poter vedere la retrospettiva dedicata alla pittrice russa Natalia Goncharoiva a Palazzo Strozzi. Alla presentazione non è mancata l’assessore regionale alla Sanità, Stefania Saccardi. Tante le occasioni a sostegno di questa battaglia. Mentre chi vorrà sostenere l’associazione ma non potrà parteciparvi di persona, potrà avere ugualmente la t-shirt ufficiale gratuitamente a casa in tutta Italia, basterà fare una donazione minima di 10 euro direttamente al link http://www.boxofficetoscana.it/eventi/corrilavita/ . Tutte le informazioni sulle iniziativa organizzate da “Corri la Vita” sono consultabili sul sito online della Onlus.

Osvaldo Sabato