Comunità energetica, i primi passi. La casa del popolo diventa green

Conclusa l’installazione del maxi impianto fotovoltaico in grado di fornire elettricità a tutta la struttura .

Comunità energetica, i primi passi. La casa del popolo diventa green

Comunità energetica, i primi passi. La casa del popolo diventa green

La Casa del popolo di Calenzano diventa ‘green’ o, almeno, muove un importante passo verso la sostenibilità con un maxi impianto fotovoltaico realizzato sul tetto della struttura grazie anche agli incentivi del Superbonus. L’intervento, a cura di Estra Clima, che aveva preso il via a metà novembre, si è già concluso e nei prossimi giorni sarà possibile utilizzare la nuova fonte di energia per tutte le esigenze dell’immobile ma non solo. "Per un circolo in generale e per la nostra Casa del popolo in particolare promuovere un intervento di questa entità non è una cosa da poco sicuramente – dice il presidente del circolo di via Puccini Franco Fusini – anche perché il percorso per arrivare a questo punto è stato piuttosto lungo e costellato di difficoltà. Fra l’altro abbiamo scoperto che, contrariamente a quanto pensavamo, il tetto non era in cemento armato ma conteneva amianto: quindi è stata necessaria una completa bonifica. Inoltre le verifiche hanno stabilito che la classe energetica in cui doveva essere inserita la Casa del popolo era la B, quindi sono state necessarie una serie di azioni per arrivare a due classi superiori e poter usufruire degli incentivi". In totale il costo per l’intervento è stato di 180mila euro e il circolo si è dovuto accollare circa la metà dell’importo: "un investimento comunque oneroso – prosegue Fusini – se è vero che il 2023 è stato il primo anno in cui abbiamo ricominciato a vedere la luce perché gli anni della pandemia sono stati durissimi: in più, dopo la fine della convenzione con l’università della nostra attività di ristorazione, abbiamo dovuto redistribuire sul bar i nostri dipendenti, per fortuna riuscendo a non licenziare nessuno". L’impianto realizzato – spiega il direttore di Estra Clima Andrea Ginosa – "ha una potenza di 40 watt ed è stato ultimato dopo la realizzazione e isolamento della nuova copertura del circolo. Fra l’altro il fotovoltaico non servirà solo al fabbisogno energetico della Casa del popolo ma sarà messo a disposizione della comunità energetica di Calenzano, CerCa, già costituita ufficialmente, della quale il circolo è uno dei promotori. La comunità energetica, fra l’altro è aperta a tutti".

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro