Dopo il primo volo per Amsterdam, ieri quello per Parigi, e oggi il decollo verso Palermo. E’ ripartito, anche se molto lentamente, l’aeroporto Amerigo Vespucci. Ancora non ci sono certo le code ai check-in e non c’è da aspettare per il controllo passaporti. Ma è comunque un segnale importante verso la normalità. Pochi, per adesso, i passeggeri sui voli che hanno inaugurato il periodo dopo al lockdown. In pratica prendere un aereo non è poi più difficile che andare al ristorante. Le regole sono le stesse che vanno rispettate in ogni luogo...

 

Dopo il primo volo per Amsterdam, ieri quello per Parigi, e oggi il decollo verso Palermo.

E’ ripartito, anche se molto lentamente, l’aeroporto Amerigo Vespucci. Ancora non ci sono certo le code ai check-in e non c’è da aspettare per il controllo passaporti. Ma è comunque un segnale importante verso la normalità.

Pochi, per adesso, i passeggeri sui voli che hanno inaugurato il periodo dopo al lockdown. In pratica prendere un aereo non è poi più difficile che andare al ristorante. Le regole sono le stesse che vanno rispettate in ogni luogo pubblico: distanza fra le persone, mascherina obbligatoria, gel per sanificare le mani e misurazione della temperatura prima di accedere all’area partenze.

Oggi intanto, per dare un segnale di benvenuto e per condividere la gioa della ripartenza, Toscana Aeroporti inaugura un nuovo gate, l’A-1, e festeggia il primo volto della compagnia aerea Air Dolomiti, azienda controllata da Lufthansa, che diventerà una delle linee di punta dello scalo fiorentino, dove ha già acquistato un hangar.

Oggi si taglia il nastro del volo verso la Sicilia, facendo rotta su Punta Raisi. Ma a seguire, nelle prossime settimane, sono previste le tratte da Peretola verso Catania, Cagliari e Bari, con voli promozionali a tariffe scontate. E in seguito, Monaco di Baviera e Francoforte.

Se da una parte arriva Air Dolomiti, dall’altra la compagnia spagnola Vueling starebbe per salutare Firenze, lasciando i collegamenti da Peretola per gli scali italiani, che adesso verrebbero coperti proprio ad Air Dolomiti.

Per riprendere il normale l’operativo voli ci vorrà sicuramente del tempo. Per il momento non sono previsti decolli per Londra e neppure per la Germania. Rinviati a luglio anche i collegamenti con Copenaghen. Mentre si vola già verso l’Isola d’Elba con Silver Air.

"Con l’arrivo del primo volo Parigi-Firenze sono ufficialmente ripresi i collegamenti tra l’aeroporto Amerigo Vespucci e la capitale francese, operati dal Gruppo Air France-Klm – spiega Toscana Aeroporti –. La frequenza dei voli settimanali sarà progressivamente estesa nelle prossime settimane fino a raggiungere il totale di un collegamento giornaliero a partire dal 22 giugno. Dal primo giugno, inoltre, il Gruppo Air France-Klm ha ripreso a collegare Firenze e Amsterdam con una frequenza di un volo giornaliero. Air France-Klm è quindi il primo gruppo aereo internazionale a riattivare i voli da Firenze, collegando il capoluogo toscano con gli aeroporti di Parigi Charles de Gaulle e di Amsterdam Schiphol".

All’inaugurazione di oggi interverranno l’assessore regionale al turismo Stefano Ciuoffo, l’assessore di Palazzo vecchio Cecilia Del Re, l’amministratore delegato di Toscana Aeroporti Roberto Naldi, il presidente Marco Carrai, e il presidente di Air Dolomiti.