Sono già arrivate a mille le richiesteper i voucher taxi, i “buoni viaggio” che Palazzo Vecchio, attivando un fondo del governo, ha messo a disposizione di anziani, personale sanitario, scolastico e studenti. Con il voucher si viaggia con uno sconto fino al 50 per cento su taxi e Ncc. E’ vero che la maggioranza delle richieste, il 45 per cento, è arrivata da ultra65enni che ne hanno approfittato per farsi accompagnare prevalentemente a fare visite di controllo, ma è alto anche il numero...

Sono già arrivate a mille le richiesteper i voucher taxi, i “buoni viaggio” che Palazzo Vecchio, attivando un fondo del governo, ha messo a disposizione di anziani, personale sanitario, scolastico e studenti. Con il voucher si viaggia con uno sconto fino al 50 per cento su taxi e Ncc.

E’ vero che la maggioranza delle richieste, il 45 per cento, è arrivata da ultra65enni che ne hanno approfittato per farsi accompagnare prevalentemente a fare visite di controllo, ma è alto anche il numero degli studenti (hanno toccato quasi il 20 per cento) che hanno deciso di usare il taxi al posto dei più affollati bus e tramvia. Anche gli insegnanti (il 9 per cento) ha scelto il taxi per andare a scuola e quasi il 6 per cento delle donne in gravidanza. Seguiti da cassintegrati (8%), farmacisti (6,5%)

"Per noi una iniziativa importante – commenta Luca Tani, presidente di Taxi Firenze 4390 e consigliere comunale – un modo per mettere ancora più a disposizione della città i nostri mezzi igienizzati e offrire un trasporto sicuro. Siamo praticamente fermi da un anno e i voucher ci permettono di rimetterci in movimento".

"Siamo molto soddisfatti nel constatare che questa iniziativa sta ottenendo un ottimo riscontro fra i fiorentini – ha commentato l’assessore al bilancio e allo sviluppo economico Federico Gianassi – sosteniamo l’utilizzo del servizio taxi o Ncc nel periodo dell’emergenza e aiutiamo persone più fragili e quelle che meritano protezione a muoversi in sicurezza".

Ma è ancora possibile richiedere i voucher sul portale buoniviaggio.055055.it, realizzato e gestito da Silfi spa. Le domande sono possibilifino all’esaurimento delle risorse (il Comune di Firenze ha stanziato 764mila euro avuti dal Governo) e comunque entro il termine di spendibilità dei voucher cioè il 30 giugno 2021.

"Mi auguro – ha detto l’assessore al welfare Sara Funaro – che cresca la domanda di buoni viaggio, perché sono uno strumento che garantisce di muoversi in sicurezza. I voucher mobilità sono un modello alternativo per spostarsi in città". Silfi ha messo a disposizione il proprio know how informatico ed organizzativo per la realizzazione dei voucher. Eseguita la richiesta on line sul portale il beneficiario riceverà via email un codice identificativo (ID digitale) che servirà per ricevere e utilizzare i buoni viaggio e sarà contattato da un operatore delle Cooperative Taxi Co.ta.fi e So.co.ta e riceverà direttamente a casa il carnet con i buoni viaggio cartacei.

Paola Fichera