Arriva la Sinner-mania, il tennis torna in vetrina e i circoli si riempiono: “Come a fine anni ’70”

Tutto il movimento sta giovando dei trionfi del campione altoatesino. Brogi: "Mi aspetto lo stesso boom che ci fu dopo i successi di Panatta". Beduini: "Ciò che fa più presa è il fatto che sia un ragazzo genuino"

I bambini al Circolo Tennis Empoli (foto Tommaso Gasperini/Fotocronache Germogli)

I bambini al Circolo Tennis Empoli (foto Tommaso Gasperini/Fotocronache Germogli)

Empoli, 31 gennaio 2024 – Effetto Sinner“ . La perentoria scalata verso l’Olimpo del tennis mondiale del campione altoatesino, certificata dal recente trionfo in Australia, sta facendo da traino a tutto il movimento tennistico italiano. "Già dall’exploit di Berrettini a Wimbledon nel 2021, quando fu il primo italiano a raggiungere la finale del prestigioso torneo inglese, l’interesse per il nostro sport è cresciuto – racconta i maestro del Circolo Tennis Empoli, Mario Brogi – ma indubbiamente, dopo la Coppa Davis, questa vittoria di uno dei quattro principali tornei al mondo da parte di Sinner, ha un peso ancora maggior sulla voglia di tanti ragazzi di avvicinarsi al tennis. Mi aspetto che nelle prossime settimane succeda un po’ come capitò a fine anni settanta con Panatta, quando le sue vittorie portarono ad un incremento di iscritti. Due personaggi agli antipodi, più estroso e amante della bella vita Panatta, riservato e sempre positivo Sinner, ma entrambi con la grande capacità di stuzzicare l’immaginario collettivo". Del resto negli ultimi anni il tennis italiano, soprattutto maschile ma anche femminile, è cresciuto notevolmente e l’impatto di un campione, futuro numero uno del circuito, come Sinner non può fare che bene a tutto il movimento italiano, anche quello di periferia. "La cosa bella è che si sta tornando a parlare di tennis – prosegue Brogi – sia su tutti i media che nei bar e gran parte del merito è proprio di Sinner, che ha il carattere e la determinazione altoatesina, ma è anche fortemente legato all’Italia".

«Proprio la sua genuinità, il fatto di essere un campione dal volto bello e pulito, un ragazzo qualunque, sta invogliando tanti giovani che già praticano il tennis a cercare di dare ancora di più per migliorarsi – aggiunge Federico Beduini, direttore tecnico dell’Empoli Tennis School –. Il successo in Australia di Jannik sta suscitando ulteriore interesse verso questa disciplina, che ad essere sincero già dal post covid ha ripreso ad avere numeri significativi. Dobbiamo ringraziare questo ragazzo, insomma, se il tennis è tornato alla ribalta e se nell’ultimo periodo abbiamo avuto un aumento consistente di richieste e di informazioni per iniziare a praticare l’attività o poter comunque giocare qualche partita amatoriale".

Riscontri maggiori si potranno avere poi con l’arrivo della primavera e la possibilità di giocare all’aperto. "Le imprese di Sinner hanno risvegliato la voglia di giocare in tante persone – conclude Brogi – e quando ci sarà la bella stagione c’è da aspettarsi un exploit di richieste per l’affitto dei campi". Sulla stessa lunghezza d’onda anche la segretaria del Circolo Tennis Villanova, Livia: "Già all’inizio di questo 2024 abbiamo notato un incremento delle iscrizioni, almeno uno o due bambini nuovi a settimana vengono a provare. Aver trovato un campione come lui è una manna per l’intero movimento, perché poi tutti i genitori vogliono avere un ’piccolo Sinner’ e iscrivono il proprio figlio ai corsi (sorride ndr)".