Mai avere paura di alzare l’asticella

Valentina Conte Siamo sotto Natale, è il periodo dei buoni propositi. Ecco, questi sono i ...

Conte

Siamo sotto Natale, è il periodo dei buoni propositi. Ecco, questi sono i nostri: per noi stessi, per i cittadini, per gli imprenditori e per gli amministratori. L’Empolese Valdelsa è una meraviglia ed Empoli è una bomboniera, ma non tutti se ne rendono conto. E’ una città curata con lungimiranza e passione. Questo non significa che sia perfetta, ma basta girare un po’ l’Italia per capire che, qui, la qualità della vita è soddisfacente. Tuttavia, il nuovo sindaco di Empoli avrà il suo bel da fare per risolvere tante criticità, per gestire la questione del nuovo polo culturale ’Il Ferruccio’ e quella della multiutility. Avrà da farsi sentire con decisione ai tavoli istituzionali per ottenere più forze dell’ordine perché le risse continue sono intollerabili e mettono a dura prova la sicurezza (non solo quella percepita) delle persone e di alcuni quartieri. Tanto è stato fatto per riqualificare, ad esempio, piazza Don Minzoni ma è dimostrato che appena si distoglie lo sguardo, tornano lo spaccio, il gabinetto a cielo aperto, l’alcol in eccesso e le risse. Ci sono, poi, i furti nelle abitazioni, il massimo dello spregio, l’intimità violata, i risparmi portati via. Vale per Empoli, ma vale per tutti i comuni dell’Empolese Valdelsa. Si vota ovunque il prossimo anno e i nuovi sindaci non potranno dimenticare le frazioni, il mondo dell’associazionismo, la cura del territorio che si è dimostrato fragile con l’alluvione del mese scorso. E non dovranno lasciare indietro chi, nel fango, ha perso tutto o molto.

Tenere alta l’asticella vale anche per noi giornalisti che non possiamo accontentarci, dobbiamo monitorare, approfondire, pretendere risposte, perché le spiegazioni date a noi, sono date ai cittadini. E’ questo l’augurio che faccio a questa città-bomboniera e a questo territorio-gioiello che mi ha accolta e supportata come una di famiglia. Grazie soprattutto ai lettori, che hanno premiato il nostro essere sempre fra loro e con loro. E grazie ai colleghi de ’La Nazione’ di Empoli, che sono la forza di questa redazione e che da domani potranno contare su una nuova guida, quella di Elisa Capobianco, a cui passo il testimone.