Firenze, 22 aprile 2021 - Sono 16.232 i positivi al test del coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 13.844. Sono invece 360 le vittime in un giorno (ieri 364).

Toscana verso la zona gialla

Sono 3.021 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per Covid in Italia, in calo di 55 unità rispetto a ieri nel saldo giornaliero tra entrate e uscite, mentre gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono stati 174 (ieri 155). Nei reparti ordinari sono invece ricoverate 22.094 persone, in calo di 690 rispetto a ieri.

Le Regioni con più contagi

La regione con piu' casi odierni è la Lombardia (+2.509), seguita da Campania (+1.912), Puglia (+1.895), Piemonte (+1.646), Sicilia (+1.412) e Lazio (+1.311). Il totale dei contagiati in Italia sale a 3.920.945. I guariti sono 19.125 (ieri 20.552), per un totale di 3.330.392. Ancora in calo il numero delle persone attualmente positive, 3.439 in meno (ieri -7.080): i malati ancora attivi sono ora 472.196. Di questi, sono in isolamento domiciliare 447.081 pazienti.

Rischio basso da riaperture

"Le previsioni ci dicono che la curva epidemiologica sta scendendo, in Italia e in altri Paesi Ue. Questo è chiaramente dovuto a un insieme di cause" e per quanto riguarda le riaperture in programma dal 26 aprile "avranno un'incidenza, ma in un contesto in cui il contagio sta diminuendo. E' un rischio ragionato come ha detto Draghi". Lo spiega all'Adnkronos Salute Paolo Giudici, docente di Statistica all'università di Pavia e coordinatore con il suo team di 'Periscope' (Pan-European Response to the ImpactS of Covid-19 and future Pandemics and Epidemics). L'obiettivo di 'Periscope' è quello di sviluppare un atlante del Covid-19 che analizzi gli aspetti economici, sanitari e sociali della pandemia.

image

Il covid in Toscana

Covid Toscana, i nuovi casi tornano sopra quota mille. Il governatore Giani anticila i dati del bollettino di oggi, giovedì 22 aprile. Dunque i nuovi casi registrati in Toscana sono 1.041 su 24.439 test di cui 13.896 tamponi molecolari e 10.543 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 4,26% (11,9% sulle prime diagnosi). Trentatre i decessi. Covid Toscana, bollettino completo 22 aprile.

Coronavirus Emilia Romagna, i dati

Continua il trend in calo di ricoveri e di malati da Covid in Emilia-Romagna, anche se i nuovi casi restano sopra quota mille. Per la precisione oggi si registrano 1.010 contagi in piu' rispetto a ieri, su un totale di 27.511 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore (di cui 16.615 molecolari e 10.896 rapidi). La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi e' del 3,7%. Dei nuovi contagiati, 374 sono asintomatici

Coronavirus Marche: il bollettino Covid del 22 aprile

Cala il numero di nuovi positivi nella giornata di oggi, 22 aprile. I casi da coronavirus nelle Marche sono infatti 272 (ieri erano 388) su 2.028 tamponi eseguiti nel percorso nuove diagnosi con una percentuale di positività che scende dal 14,2% al 13,4%. Nel percorso screening antigenico, invece, sono stati effettuati 517 test e sono stati riscontrati 42 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare). Il rapporto positivi/testati è pari all'8%.

Umbria, l'Rt è ben sotto l'1

Continua in Umbria la «lenta discesa» della curva dei contagi Covid nonostante le varianti (inglese e brasiliana), che al momento sono ormai arrivate, come risulta dai sequenziamenti fatti sul territorio regionale, al 96%: è quanto risulta dall'aggiornamento settimanale sull'andamento dell'emergenza sanitaria. Dai nuovi dati forniti dal Nucleo epidemiologico regionale l'Rt, calcolato con media mobile degli ultimi sette giorni, è di 0,74 (0,88 quello nazionale). «La curva si sta assestando e sta scendendo, con dati buoni anche dell'Rt e numeri confortanti che ci dicono che il Covid si sta spegnendo anche se serve massima attenzione per la presenza delle varianti» ha sottolineato l'assessore regionale alla Salute Luca Coletto.

Lazio verso zona gialla

«Il valore RT a 0.78, in calo il numero dei nuovi focolai, in calo di 5 punti il tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva e i posti letto in area medica, entrambi però ancora sopra soglia di allerta. In calo l'incidenza a 140 per 100 mila abitanti. I dati epidemiologici sono coerenti con la zona gialla anche se permane una pressione sugli ospedali». È quanto fa sapere l'assessore alla Sanità del Lazio Alessio D'Amato. «Oggi - prosegue - su oltre 17 mila tamponi nel Lazio (+730) e quasi 17 mila antigenici per un totale di oltre 34 mila test, si registrano 1.311 casi positivi (+150), 31 i decessi (-21) e +1.163 i guariti. Aumentano i casi e le terapie intensive, mentre diminuiscono i decessi e i ricoveri. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 7%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale è al 3%».

Scuola, in Veneto 1409 studenti positivi

In Veneto sono 1.409 gli studenti e 141 i docenti e dipendenti scolastici attualmente positivi, in seguito al monitoraggio sul Covid-19 effettuato negli istituti di ogni ordine e grado nelle cosiddetta 'scuole sentinella'.  Secondo i rilevamenti della Regione Veneto,sono 999 gli "eventi", ossia la presenza di almeno un soggetto positivo nelle classi. Gli studenti posti in quarantena e monitoraggio in seguito alla scoperta di un contagio in classe sono attualmente 16.816, mentre i docenti e operatori sono 1.255.

Intanto c'è attesa come ogni giorno per i dati sul coronavirus in Italia. I dati delle singole regioni daranno un quadro più esaustivo della situazione. Si abbassa intanto la curva degli attualmente positivi in Italia: nell'ultimo mese sono scese di quasi centomila le persone che attualmente hanno il covid. Attualmente sono poco più di 470 mila, come mostra il grafico qui sotto

Ordine dei Medici: "Preoccupati dalle riaperture, numero di malati ancora alto

"Come medici non possiamo che invocare la massima responsabilità in tutta la cittadinanza. Siamo molto preoccupati dalle riaperture, il numero di malati resta alto e i reparti sono ancora sotto pressione. Escludendo chi ha avuto il Covid e chi è stato vaccinato anche solo con una dose, rispettivamente 218 mila e 779 mila, non arriviamo al 30% della popolazione immune. Cioè circa 7 toscani su 10 sono ancora a rischio Covid, con solo una bassa percentuale di 70enni che ha ricevuto la doppia dose." Le parole sono di Pietro Dattolo, Presidente dell'Ordine dei medici chirurghi e odontoiatri.

Bollettino covid Italia 21 aprile

La Toscana può diventare gialla dal 26 aprile, i dati

Colori regioni, ecco le altre che sperano nel giallo

Colori delle regioni, cosa cambia da lunedì

Nel pomeriggio di mercoledì si è svolto anche il consiglio dei ministri che ha dato il via alla road map delle riaperture: il decreto in vigore dal 26 aprile presenta molte novità per le regioni in zona gialla. Non è stata una riunione priva di frizioni: la Lega ha battagliato a lungo per portare l'inizio del coprifuoco alle 23 e non alle 22, ma il Governo ha deciso per il mantenimento dell'orario seguito fin qui, le 22 appunto. 

Decreto riaperture, leggi tutte le regole